Home Veneziano Miranese Sud Scorzè: nuova elementare, mutuo da 1,3 milioni per iniziare i lavori

Scorzè: nuova elementare, mutuo da 1,3 milioni per iniziare i lavori

Soddisfatta il sindaco Nais Marcon: “Risponderà alle esigenze di una didattica che è cambiata nel tempo”

Un milione e 300mila euro per la nuova scuola elementare Guglielmo Marconi in via Aosta, ad ovest del centro del paese. L’inaugurazione è prevista per il 2021. La Cassa depositi e prestiti ha infatti concesso il mutuo al Comune per iniziare a costruire il plesso che sostituirà il vecchio edificio in funzione dal 1964, nella determina che riporta i dettagli dell’operazione è comunque specificato che l’ente pubblico dovrà rientrare del debito entro un ventennio.

Il progetto della nuova elementare è decollato già in una delle ultime sedute del consiglio guidate dall’ex sindaco Giovanni Battista Mestriner, durante la quale è stato sbloccato il finanziamento da 4 milioni e 800 mila euro che serviranno a realizzare il blocco con 20 classi, laboratori e mensa. Si tratta di spazi che ospiteranno nel complesso dai 430 ai 450 studenti. Una volta terminata questa prima fase toccherà alla palestra e all’auditorium, ma serviranno, si stima, almeno altri 5 milioni. Che ancora non ci sono.

Contrario fin dall’inizio il Pd che ha contestato l’ubicazione della nuova struttura, il sindaco Nais Marcon difende la scelta della precedente amministrazione, di cui lei comunque era vice: “La progettazione del nuovo plesso scolastico muove innanzitutto da criteri atti a garantire il soddisfacimento delle prestazioni sismiche, della sostenibilità ambientale, delle prestazioni energetiche dell’involucro, del comfort ambientale e acustico, dell’abbattimento dei costi energetici attraverso l’esclusivo utilizzo di fonti di energie rinnovabili, della durabilità delle finiture, della facilità di manutenzione, della funzionalità didattica, della flessibilità e vivibilità, e della espandibilità”, ha spiegato infatti il sindaco.

“È un progetto importantissimo per il nostro Comune – ha commentato invece dai social l’ex primo cittadino Giovanni Battista Mestriner. Il luogo scelto consente ottima viabilità, con più strade di accesso e vasti parcheggi, tranquillità assoluta rispetto al traffico e ai rumori del centro, vicinanza alla biblioteca e al centro sportivo parrocchiale. Sarà una scuola moderna, con i vetri al posto delle pareti nei corridoi, improntata al risparmio energetico e con le moderne tecniche di costruzione”. “È un grosso impegno portare avanti questo cantiere, il più importante degli ultimi 30 anni – ha annunciato Mestriner. Tra poco comincia la gara e il bando”. Il progetto è dello studio locale di architettura e ingegneria Cazzin-Mognato-Niero.

Elena Callegaro

Seguici anche su

6,291FansLike
276FollowersFollow
3SubscribersSubscribe