Home Padovano Padova Est A Saonara crollano le emissioni di Co2 in12 anni

A Saonara crollano le emissioni di Co2 in12 anni

Dal 2005 al 2017 sono diminuite complessivamente del 21%, pro capite del 28%. Nello stesso periodo la popolazione è aumentata del 10%

Nel corso degli ultimi 12 anni, le emissioni nel Comune di Saonara, sono drasticamente diminuite. Questo quello che è emerso in una pubblica assemblea, che si è tenuta a inizio dicembre dal titolo : “Siccità alluvioni inquinamento atmosferico, le azioni del Comune di Saonara per il clima e l’energia”.

A illustrare i dati con il sindaco di Saonara Walter Stefan, sono stati il dottor Thomas Zinato e Andrea Santi di Ecopartes. Si è rilevato che il 20% dell’energia consumata per riscaldare le abitazioni saonaresi deriva da biomasse legnose. “Dal 2005 al 2017 – hanno spiegato il sindaco Walter Stefan e i tecnici di fronte a una platea numerosa di cittadini – grazie alle azioni fatte dalle amministrazioni comunali di Saonara, soprattutto a partire dal 2012, le emissioni sono diminuite complessivamente del 21%, mentre pro capite sono diminuite del 28%. Si tenga presente che invece nello stesso periodo, la popolazione di Saonara è aumentata del 10%”.

Ciò significa che le politiche ambientaliste secondo l’amministrazione comunale, se perseguire nel tempo, danno risultati concreti. Si è così constatato dai grafici illustrati, che ora (cioè nel 2017 ultima rilevazione) la maggior parte delle emissioni di Co2 provengono da edifici residenziali e dai trasporti pubblici e dall’industria, e in minima parte dagli edifici comunali e illuminazione pubblica. Anche nei valori assoluti, i chilogrammi di Co2 sono di minuiti drasticamente con le emissioni medie famigliari, dal 2005 al 2017. Le emissioni pro famiglia nel 2005, erano di 8008 kg di Co2, ora sono 5977.

Anche i consumi di energia sono diminuiti del 18% in totale e del 25% pro capite. “Questi risultati in quadro evidente di cambiamento climatico- conclude il sindaco Walter Stefan – ci fanno ben sperare. Proprio per questo, l’azione di questa amministrazione proseguirà su questa strada. A breve realizzeremo la pista ciclabile Villatora – Tombelle, puntiamo a realizzare un grande parco verde da 60 mila metri quadrati lungo l’argine dell’Idrovia, mentre continueremo nell’azione di efficientamento energetico degli edifici pubblici comunali”.

Alessandro Abbadir

Le più lette