Home Padovano Bassa Padovana Campo rugby senza erba né giocatori a Monselice

Campo rugby senza erba né giocatori a Monselice

Il Comune ha chiesto l’analisi dei terreni per cercare di risolvere l’emergenza e poter rendere friuibile l’area da gioco

Inaugurato lo scorso maggio, il nuovo campo da rugby di via Galeno a oggi non è mai stato utilizzato dalla società Rugby Monselice e dai suoi giocatori per fare allenamento.

Questo a causa di un manto erboso che fatica a crescere e a raggiungere gli standard minimi richiesti per svolgere la disciplina sportiva a cui era destinato. L’erba, cresciuta in maniera disomogenea, ha creato evidenti chiazze vuote sul terreno. A complicare la situazione, poi, pare che anche l’acqua d’irrigazione riesca a penetrare ben poco nel terreno restando in superficie.

Data l’urgenza e la complessità del caso, l’Amministrazione comunale della città della Rocca ha deciso di intervenire affidando il compito di analizzare i terreni all’agronoma Elena Macellari. La dottoressa nella sua perizia tecnica ha sottolineato, tra le altre specificità, di come vi siano delle carenze strutturali nel terreno che lo espongono al rischio di proliferazione dei funghi. Cosa per altro già accaduta nel corso dei mesi estivi e che ha reso ancora più complicata una situazione già annosa. La questione dell’erba, infatti, anche se è diventata più evidente dopo l’inaugurazione del campo, era in realtà già emersa. L’impossibilità di iniziare la stagione sportiva agonistica, però, ha reso indispensabile procedere con ulteriori accertamenti e analisi chimiche.

La relazione redatta dalla dottoressa Macellari e consegnata a palazzo Tortorini potrà forse dare indicazioni più precise sulla direzione da intraprendere. Il progetto del secondo impianto sportivo destinato al rugby è stato approvato nell’aprile del 2016 dal consiglio comunale in carica, in seguito all’acquisizione da 63 mila euro dell’area di proprietà di Enel Italia S.p.A.. Adiacente a quello già funzionante, questo nuovo campo doveva accogliere il Rugby Monselice fornendo spazi idonei anche alla categoria di serie C mentre a oggi rimane inutilizzato e inutilizzabile.

Martina Toso

Le più lette