Home Veneziano Cavarzere Cavarzere: le donne raccontate da Anita Gallimberti

Cavarzere: le donne raccontate da Anita Gallimberti

È stato presentato lo scorso 24 novembre in prima visione al teatro Tullio Serafin di Cavarzere “Finchè il destino non ci separi” , il nuovo film scritto e diretto dalla regista adriese Anita Gallimberti (nella foto, di Giuseppe Arpicelli, con lo staff accolti dal sindaco Tommasi).

Gallimberti sceglie di raccontare la storia di sei donne che, incontrandosi dopo ben dieci anni, decidono, per accorciare il lungo tempo trascorso, di raccontarsi vicendevolmente l’evento che più profondamente ha segnato la loro vita. Attraverso racconti e conversazioni capaci di tenere lo spettatore sospeso coinvolgendolo emotivamente, vengono portati alla luce gli aspetti più intimi della vita di queste donne, la difficoltà di raccontarli, ma anche la forza per superarli, il tutto in un contesto di sostegno, empatia e solidarietà femminile.

Attraverso la vita di queste sei donne emergono tematiche quali le dipendenze, l’omofobia, la disabilità, la malattia e la violenza sulle donne ed è soprattutto quest’ultima tematica molto sentita a Cavarzere dopo la tragica morte di Maila Beccarello. Settima protagonista del film, infine, è la piccola Stella, la cui nascita va a saldare indissolubilmente il legame tra le sei donne, rievocato dal loro incontro, ma mai del tutto dimenticato nonostante il decennio trascorso.

“Finchè il destino non ci separi” racconta tematiche universali senza mai dimenticare l’intimità e l’unicità dell’esperienza vissuta dalla singola persona, e mostra al contempo la capacità di Gallimberti di delineare un ritratto della femminilità attraverso diverse esperienze e percorsi di vita, che nella loro diversità si uniscono in un unico ed eterno destino.

“Finchè il destino non ci separi” è stato prodotto dall’Associazione Culturale Batticuore, e diretto dalla stesso Gallimberti, coadiuvata nelle riprese aeree da Enrico Dessì, mentre la colonna sonora è di Marco Ferrarese. Girato ad Adria, Porto Tolle, Loreo, Chioggia e Ceneselli, il lungometraggio ha coinvolto 85 interpreti tra attori ed attrici, la più piccola attrice Stella di 19 giorni. Interpreti principali sono stati Lorella Guarnieri, Silvia Mesin, Barbara Banin, Chiara Sproccati, Alessandra Beltramini e Alice Violato.

Giorgia Gay

Le più lette