Home Veneziano Cavarzere Cavarzere: “Nel 2019 abbiamo mantenuto le promesse”

Cavarzere: “Nel 2019 abbiamo mantenuto le promesse”

Soddisfatto il primo cittadino dell’anno appena concluso e preannuncia gli obiettivi per il 2020

“Un’annata positiva, con tanti lavori chiusi come da promessa e molti altri in dirittura d’arrivo”. È soddisfatto il sindaco Henri Tommasi del 2019 da poco archiviato e guarda con impazienza al 2020. “Tra gli interventi che avevamo promesso di chiudere, ricordo l’avvenuto restauro dei plessi dove potremo ospitare i bambini della scuola Collodi. È stato un lavoro del valore di 190mila euro fatto con grande velocità e per questo ringrazio gli uffici tecnici”.

Sempre in materia di infrastrutture, sono iniziate le opere sul ponte Baggiolina: “A novembre il tempo atmosferico ha fatto un po’ rallentare i lavori, ma la ditta non ha chiesto una proroga quindi entro fine febbraio o inizio marzo il ponte dovrebbe riaprire. Parliamo di un’opera di 100mila euro realizzata in parte con fondi propri e in parte con finanziamento ministeriale”.

Il 2020, promette Tommasi, sarà l’anno delle asfaltature: “Nel 2019 abbiamo assegnato i lavori per un primo pacchetto di strade. Gli interventi, del costo di 500mila euro, saranno eseguiti in primavera. Abbiamo puntato un po’ tutte le nostre risorse su questo, perché riteniamo che sia la questione più urgente da risolvere. Ci siamo già confrontati anche con Acquevenete che gestisce servizio idrico e a inizio anno lavoreremo su un secondo pacchetto per andare in gara entro la primavera. L’obiettivo sarà di arrivare ad altri 900mila euro di lavori”.

“Molte le progettualità che stiamo portando avanti – prosegue Tommasi -: stiamo andando in gara per il recupero del cimitero di Rottanova, mentre i lavori a quello centrale dovrebbero chiudersi in primavera. Abbiamo avuto uno slittamento tempi per consentire piccole modifiche alla progettazione che garantissero una soluzione più funzionale per il nuovo blocco”. Altri 500mila euro sono stati investiti per il recupero delle case pubbliche, già avviato e con chiusura prevista a fine primavera.

“Entro l’autunno puntiamo alla chiusura del secondo stralcio di lavori di ampliamento definitivo della casa di riposo” continua. Attenzione anche all’ambiente, con un programma nel 2020 di efficientamento energetico delle strutture pubbliche, in primis le scuole. “Si tratta di una progettazione di 500mila euro, con nuovi infissi, nuove caldaie, con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento. Installeremo anche nuovi impianti di illuminazione per trasformare tutto a led” annuncia il primo cittadino. Quanto all’urbanistica, a breve si procederà con la variante per la diminuzione del consumo del suolo. “L’obiettivo è di avere nuovo Piano di assetto del territorio che sia più idoneo di quello attuale, per garantire una effettiva riduzione dell’impatto ambientale”.

Infine, il sociale: “Cercheremo di mantenere tutti i servizi – evidenzia Tommasi -. Abbiamo al momento una copertura dei costi dell’80% rispetto al costo a carico dei cittadini. Abbiamo un servizio di assistenza domiciliare ottimo, che proseguiremo anche nel 2020. Spero inoltre che entro la primavera inaugureremo anche la nuova sede dei servizi sociali”.

Giorgia Gay

Le più lette