Home Veneziano Chioggia Chioggia: un programma di due anni, ricco di impegni

Chioggia: un programma di due anni, ricco di impegni

Un programma biennale ricco di impegni ed eventi quello proposto dal neopresidente del Panathlon Club di Chioggia, la professoressa Stefania Lando, in occasione dell’incontro conviviale del 30 ottobre scorso tenutosi nella sede, il ristorante Granso Stanco di Sottomarina. L’attenzione del club sarà rivolta alle varie discipline sportive, al mondo dell’associazionismo, con particolare riferimento ai giovani. Nel corso della serata, anticipata dello scoprimento della targa che ha istituzionalizzato la nuova sede, è entrato nel club un socio di eccezione, la velocista, Manuela Levorato, una delle più note atlete a livello nazionale che ha scelto di diventare socia del Panathlon club di Chioggia pur vivendo in altra città.

Il suo è un lungo curriculum ricco di importanti record e risultati sportivi di altissimo livello, ma la Presidente Lando si è soffermata molto anche sulle qualità personali di Manuela che è stata accolta con orgoglio nel club. Nel successivo incontro Interclub del 22 novembre scorso alla presenza di oltre 110 ospiti, giunti in rappresentanza dei vari Club regionali di Rovigo, Adria, Padova, Venezia, e di una nutrita delegazione del Rotary Club di Chioggia, si è affrontato un tema di sicuro e trasversale interesse: “Le Olimpiadi Invernali: Ieri Oggi Domani”.

Rivolgendo il saluto a tutti gli ospiti presenti il Governatore del Panathlon International Area 1, dott. Giorgio Chinellato, ha lanciato una campagna di raccolta fondi a sostegno delle attività sportive danneggiate dalle maree eccezionali dei giorni scorsi. Sono quindi intervenuti il Presidente Regionale del Coni Veneto dott. Gianfranco Bardelle, i Presidenti dei Club intervenuti, Adria dott. Giovanni Orlandi, Padova dott. Fiorenzo Zanella, Rovigo dott. Gianpaolo Milan, il delegato del Club di Venezia dott. Giuseppe Zambon, infine l’Assessore allo Sport del Comune di Chioggia dottoressa Isabella Penzo. L’assessore regionale allo Sport Cristiano Corazzari ha ripercorso i passaggi fondamentali che hanno portato la Regione Veneto a questo importante traguardo olimpico che coinvolge Cortina e Milano, Veneto e Lombardia, divenuto possibile solo attraverso un grandissimo lavoro di squadra, sottolineando che queste prossime olimpiadi dovranno essere realizzate e gestite all’insegna della compatibilità e della sostenibilità ambientale ed essere una opportunità per il futuro.

In rappresentanza del Comune di Cortina d’Ampezzo è intervenuto il Vicesindaco dott. Luigi Alverà sottolineando come la conca Ampezzana sia un territorio meraviglioso, ma anche fragile e delicato che si sta attrezzando ad affrontare da vari punti di vista l’impatto che inevitabilmente seguirà la manifestazione Olimpica. Il Presidente regionale del Coni Veneto Gianfranco Bardelle ha ribadito l’importanza dell’evento a livello internazionale soffermandosi sul ruolo determinante esercitato dal Coni sia nella fase di aggiudicazione sia in quelle che verranno, un lavoro di squadra che sarà determinante per l’ottimale riuscita dell’evento.

Dalla Cina sono anche giunti i video-saluti del famoso sciatore Kristian Ghedina. Commovente il racconto, accompagnato da un filmato, di Roberto Zandonella, medaglia d’oro nel bob a quattro alle Olimpiadi di Grenoble 1968. Ben più recenti gli eventi sportivi della giovane Alessia Dipol, campionessa di sci alpino che ha partecipato ai giochi olimpici di Sochi 2014 e Pyeongchang 2018. Agli ospiti la presidente del Panathlon Club di Chioggia Stefania Lando ha donato una borsa con prodotti locali della terra, offerti dal Consorzio di tutela radicchio di Chioggia Igp, e del mare, offerti dalla Cooperativa Clam di Chioggia.

Eugenio Ferrarese

Le più lette