Home Veneziano Riviera del Brenta Mira. Contrasto alla droga, smantellata rete di spacciatori nei parchi e scuole

Mira. Contrasto alla droga, smantellata rete di spacciatori nei parchi e scuole

Contrasto alla droga, le forze dell’ordine nel territorio mirese hanno smantellato una fitta rete di spaccio che da oltre un anno pervadeva luoghi pubblici del paese come piazze, locali parchi e aree scolastiche. Ma cosa è successo? Sono stati arrestati complessivamente una quindicina di persone negli ultimi 8- 9 mesi. Metà di questi erano minorenni.

Si tratta di ragazzi che si sono riforniti da veri e propri grossisti. Uno dei grossisti a Gardigiano di Scorzè, è stato arrestato a novembre con 19 chili di marijuana in un capannone. Una struttura che aveva mascherato come officina. Nella sua finta officina infatti il grossista della droga aveva diviso i quantitativi in sacchettini di stupefacente di 200 o 300 grammi ciascuno, pronto ad essere consegnato a giovani che oltre a consumare, lo rivendevano spesso ad amici e compagni negli autobus e nelle aree scolastiche sia di Dolo che di Mirano.

Ma non è stata la sola operazione messa a segno dalle forze dell’ordine. Prima del sequestro di 19 chili di marijuana infatti i carabinieri di Mira avevano sequestrato nei mesi precedenti, oltre 1 chilogrammo fra hashish, marijuana e cocaina. Le forze dell’ordine hanno segnalato al Prefetto fra Mira e il resto della Riviera del Brenta negli ultimi mesi, oltre 60 giovani come assuntori abituali di droga. Per questi è scattato l’obbligo delle cure al Sert e sono scattate anche sanzioni sui permessi amministrativi. Cioè di fatto chi aveva patente o patentino di mezzi da guidare dovrà rifarli e poi fare gli esami e dimostrare di non fare ancora uso di stupefacenti.

I risultati delle forze dell’ordine si sono concretizzati soprattutto grazie anche alle segnalazioni dei cittadini che hanno dato precise indicazioni a chi stava indagando. Spesso anche i genitori dei ragazzi. Il Comune di Mira con il sindaco Marco Dori, sottolinea come in questi mesi l’ente locale abbia collaborato strettamente, girando ai militari dell’Arma quando ne veniva a conoscenza, le informazioni utili al contrasto del fenomeno e all’identificazione degli spacciatori.

Una utile azione è stata messa in campo anche dai gruppi di vicinato e da altre realtà di controllo della zona, come i gruppi whats app. In tutta la Riviera del Brenta comunque l’azione di contrasto al fenomeno della droga da parte delle forze dell’ordine è diffusa. Anche nelle altre zone del comprensorio dei 10 comuni e nel miranese, l’attenzione per fermare questo fenomeno resta alta.

Alessandro Abbadir

Le più lette