Home Veneziano Miranese Sud Mirano, una squadra di rugby inclusivo per i ragazzi portatori di diverse...

Mirano, una squadra di rugby inclusivo per i ragazzi portatori di diverse disabilità

Mirano capitale del rugby inclusivo. Nasce una formazione tutta dedicata ai diversamente abili o, per mantenere un gergo sportivo caro ai promotori, ai ragazzi sfidati dalla vita. La società “Rugby Mirano 1957” ha presentato nelle scorse settimane “The Dragon’s Challenge”, progetto realizzato insieme all’Aipd, Associazione Italiana Persone Down. L’obiettivo è fare della palla ovale uno sport inclusivo a 360 gradi, rivolto non soltanto a ragazzi con sindrome di Down, ma anche ad altre disabilità come autismo e difficoltà cognitive.

Ad accompagnare il pubblico durante la presentazione di giovedì 31 ottobre è stata la dottoressa Silvia Vianello, psicologa, referente del progetto psicoeducativo “Scuola di Vita” di “Rugby Mirano 1957”, mentre ospite della serata è stato Jeremy Bristoe, inglese recentemente trapiantato a Noale, che nel Regno Unito è diventato punto di riferimento nel campo dei ragazzi sfidati dalla vita, grazie alla propria esperienza ultradecennale per favorire sviluppo e integrazione di persone diversamente abili.

Di supporto a Bristoe nel raccontare la propria esperienza, una rappresentativa dei Witney Wolves, squadra mixed ability di cui lo stesso Bristoe è fondatore ma non sono mancati anche i rappresentanti di Agsav (Associazione Genitori Soggetti Autistici Venezia e Provincia) e del Gruppo Asperger che hanno collaborato col Mirano Rugby nella creazione del progetto.

Filippo De Gaspari

Le più lette