Home Veneziano Miranese Nord Qualità dell’aria, pessima a Noale in inverno

Qualità dell’aria, pessima a Noale in inverno

Nelle scorse settimane si è tenuto il primo, di una serie di appuntamenti pubblici che il Comune di Noale dedica alla tematica ambientale. Si è parlato di Pm10 e di qualità dell’aria, con gli interventi di Arpav e Legambiente e sono stati illustrati i risultati del Paes e dell’efficientamento energetico ottenuti fino ad oggi. Arpav ha illustrato le criticità che tutta la regione del Veneto vive, soprattutto nel periodo invernale che, a causa dell’inversione termica, vede l’acutizzarsi del fenomeno delle micropolveri.

Sono stati analizzati anche i dati dell’ultimo monitoraggio fatto per Noale che evidenziano come il Pm10 d’estate sia in linea con i dati misurati nelle stazioni di riferimento Arpav, mentre nel periodo invernale appunto, la situazione peggiora notevolmente. Noale ha aderito al protocollo Veneto Sostenibile promosso dalla Regione Veneto, per costruire un percorso strategico su 17 obiettivi suddivisi in cinque aree prioritarie: persone, pianeta, prosperità, pace, partnership. Il protocollo ha durata di tre anni durante i quali sia la Regione che l’ente sottoscrittore, si impegnano a portare avanti alcune azioni.

“Stiamo partecipando – dichiara Alessandra Dini assessore alle politiche ambientali – al progetto Veneto Adapt con la Città Metropolitana di Venezia e l’Europa per i cambiamenti climatici. Inoltre dal Paes (patto dei sindaci) abbiamo già deciso di passare al Paesc (Piano di azione per l’energia sostenibile ed il clima) che ha obiettivi più ambiziosi ed impegnerà le amministrazioni comunali a raggiungerli entro il 2030. Stiamo lavorando inoltre ad una campagna di nuove messe a dimora di essenze arboree in aree di proprietà pubblica, l’avvio del primo gruppo di Pedibus in centro storico, la terza edizione della festa dell’ambiente a maggio e alcuni appuntamenti per famiglie e bambini”.

Roberta Pasqualetto

Le più lette