Home Veneziano Chioggia Riva Vena e Chioggia nel futuro prossimo, città smart e sostenibile

Riva Vena e Chioggia nel futuro prossimo, città smart e sostenibile

Il progetto di riqualificazione presentato dagli architetti Vianello e Tuosto, incaricati dal locale Lions Club. L’associazione nel 2019 ha anche consegnato alla Polizia locale 4 biciclette elettriche per la sicurezza ubana

Offrire alla città un progetto per la riqualificazione della Riva Vena che da anni vive in uno stato di abbandono. All’inizio del suo mandato per l’anno sociale 2019/20 il presidente del Lions Club Chioggia Sottomarina Luigi Ranzato si era prefissato di realizzare questo progetto che ha coinvolto due famosi architetti, Lorenzo Vianello e Paola Tuosto, che a Londra hanno fondato T&V Architects, uno studio di architettura ed interiors design.

Con riferimento alle esperienze di altre realtà come Amsterdam, Friburgo, Dongtan, hanno riproposto per la Riva Vena, ma anche per tutta la città di Chioggia, un modello di Smart City, una città intelligente, con un insieme di strategie di pianificazione urbanistica per ottimizzare e innovare i servizi pubblici così da mettere in relazione le infrastrutture materiali delle città con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi ci vive: smart economy, smart governance, smart people, persone caratterizzate da aperture mentali, smart living per la qualità della vita.

La Riva Vena del futuro sarà collegata con il prolungamento delle piste ciclabili della città, con molto verde, ottenuto anche con pedane sopra l’acqua, piccole piattaforme galleggianti, isole sulle quali proporre spettacoli cui assistere dai ponti, posti di aggregazione e di divertimento per bambini, promovendo le sostenibilità ambientali, viabilità a bassa emissione di CO2, introduzione di infrastrutture per nuove e piccole imprese, potenziamento della comunicazione fra istituzioni e cittadini, arricchimento di spazi per interazioni sociali e culturali.

Con l’augurio che l’Amministrazione comunale realizzi questo apprezzabile progetto, il Lions Club si è fatto promotore di un’altra importante iniziativa: sostenere la sicurezza urbana per prevenire la formazione di zone di degrado urbano. Rispondendo ad una richiesta del dottor Rosario Gagliardi, Commissario di Polizia di Chioggia, fatta al Lions Club, per l’acquisto di quattro biciclette elettriche per presiedere zone in cui spostarsi con moto o autovetture risulta problematico (Riva Vena, Riva Lusenzo…), il presidente Luigi Ranzato, aveva sottoposto tale richiesta al Direttivo e all’intera assemblea, ottenendo all’unanimità l’approvazione e procedendo all’acquisto delle quattro biciclette.

La consegna ai Poliziotti è avvenuta presso il locale commissariato alla presenza del Questore dottor Maurizio Masciopinto. Nel suo intervento, ringraziando il Lions per la donazione delle biciclette elettriche, ha sottolineato l’importanza della sinergia del Club con le forze dell’ordine: collaborare e fare rete tra Società e Forze dell’Ordine è molto importante per combattere la criminalità e a Chioggia questa volontà è stata percepita dal Questore che ha anche elogiato il lavoro svolto dal Dirigente dottor Gagliardi e dai suoi collaboratori del Commissariato.

Eugenio Ferrarese

Le più lette