Home Rodigino Delta “Tante iniziative e nuovi progetti per il 2020 a Porto Viro”

“Tante iniziative e nuovi progetti per il 2020 a Porto Viro”

Il primo cittadino Maura Veronese parla delle novità attese quest’anno, dal proseguimento degli interventi urbanistici, alle nuove piste ciclabili per gli sportivi e a una ricca stagione teatrale

Tempo di bilanci e nuovi progetti per Maura Veronese, che con il 2020 vedrà compiersi il metà mandato della sua amministrazione. Dopo le asfaltature in corso Risorgimento e in via dei Salici e gli interventi in via Fiume e in zona Murazze (via delle Industrie e piazzale della ditta Finpesca, un’area che “da troppi anni era stata dimenticata” secondo le parole dello stesso sindaco), l’anno nuovo vedrà proseguire gli interventi urbanistici, che avranno come perno centrale la nuova piazza Caduti Triestini.

Lo ha spiegato Veronese negli ultimi due consigli comunali: “Con l’avanzo di amministrazione abbiamo continuato con le progettualità: nel piano delle opere triennali vanno inseriti i lavori sopra un certo importo e per questo nella prima variazione abbiamo messo una serie di interventi già approvati in giunta comunale: la modifica della rotonda dei ‘Settemari’ e manutenzioni straordinarie in ambito viario per le vie Gramsci, Della Vittoria, Signoria, Collettore sx e per il parcheggio del mercato, una zona con problematiche sul manto stradale. Tra via Gramsci e Della Vittoria si trova tra l’altro la scuola media Pio XII, il cui edificio sarà oggetto di un prossimo restauro di 215 mila euro”.

Tra le novità che renderanno più agevole la vita degli sportivi una pista ciclabile su via IV Novembre dotata di attraversamenti pedonali. “La via è nota per essere un lungo rettilineo che invita i cittadini a correre – ha puntualizzato Veronese -. La ciclabile, su un lato della via, andrà a collegarsi vicino al Barbagigio con quella esistente che porta verso la piscina e al contempo si intersecherà dietro il comune con l’anello che porta in via Mazzini, completando il progetto dei “Distretti del commercio” e della valorizzazione dei due centri, uno dei motivi per cui partecipammo a quel bando”. Un insieme di lavori per 750 mila euro, di cui sono stati già approvati i progetti definitivi-esecutivi.

“Contiamo di aprire i cantieri già in primavera, una volta espletate le procedure di gara” ha spiegato ancora il primo cittadino, che ha ben salutato la nuova linfa data all’ufficio tecnico carente di personale con due nuove mobilità. Sul versante cultura invece, la riproposta delle due stagioni teatrali. Quattro appuntamenti per quella dei bambini, “Domeniche per Famiglie”: “Cattivini – cabaret concerto per bimbi monelli”, “Jack e il fagiolo magico”, “I musicanti di Brema” e “C’era Cenerentola”. Sei invece le scelte del grande teatro, pensate assieme ad Arteven. Da gennaio a marzo si alterneranno in città: Corrado Tedeschi e Martina Colombari con “Montagne russe”; il grande mattatore Paolo Hendel con “La giovinezza è sopravvalutata”; Mataz Teatro con il miglior Shakespeare di “Sogno di mezz’estate”; il Teatro Bresci con il teatro naturalistico svedese de “La signorina Julie”; il Goldoni doc de “I pettegolezzi delle donne” della Compagnia teatrale Giorgio Totola ed infine Simone Cristicchicon “Esodo”, un racconto per voce, parole ed immagini dedicato alla tragedia dell’esodo fiumano-dalmata ed istriano.

Fabio Pregnolato

Le più lette