Home Padovano Camposampierese Ovest Villa del Conte: “Ciascuno è responsabile del decoro”

Villa del Conte: “Ciascuno è responsabile del decoro”

La prima cittadina ha lanciato alla città una campagna di iniziative per migliorare cura e manutenzione degli spazi privati e pubblici con multe serrate ai trasgressori

“Lascia lo spazio comune migliore di come l’hai trovato!”. Questo il motto lanciato dal sindaco Antonella Argenti che ha avviato una campagna serrata di iniziative sul fronte del decoro del territorio. Al primo cittadino e alla sua squadra sta particolarmente a cuore il volto del paese, come strade, spazi pubblici, giardini si presentano per chi entra a Villa del Conte e per chi la vive. Questo il senso di un’ordinanza che stabilisce una serie di regole sul fronte del decoro degli spazi pubblici o limitrofi alle aree che sono di tutti. Per chi non lo farà, e dunque per chi ad esempio non provvederà alla potatura di siepi, al taglio di rami sporgenti, allo sfalcio di terreni incolti e alla manutenzione del verde privato sono previste multe salate.

L’ordinanza verrà, tra l’altro, inviata come primo atto formale a chi sarà segnalato per incuria o per mancanza di decoro nei confronti degli spazi di proprietà. Sono previste misure molto rigide sul fronte del decoro urbano ed extraurbano: multe da un minimo di 25 euro a un massimo di 500 (D.lgs. 267/2000) per quanti non le rispetteranno. L’ordinanza obbliga a tagliare i rami delle piante sporgenti oltre il ciglio stradale fino a un’altezza di cinque metri dal manto stradale; potare siepi, arbusti, rovi, alberature che si protendono oltre il confine di strade provinciali, comunali, vicinali e consortili di uso pubblico; tagliare la vegetazione incolta e provvedere allo sfalcio dell’erba nei terreni abbandonati, mantenendo il verde privato in perfetto ordine, attraverso una manutenzione periodica, costante e puntuale.

“A Villa del Conte e in tutto il suo territorio esistono numerose aree e spazi di proprietà che risultano abbandonati o per i quali i proprietari trascurano i necessari interventi di manutenzione e pulizia” spiega il primo cittadino Argenti nell’ordinanza in questione. “La conseguenza diretta, che è spesso sotto gli occhi di tutti, è la crescita incontrollata di erba incolta e vegetazione spontanea e, ancora, siepi e rami che si protendono oltre il limite di proprietà occultando e rendendo poco visibile la segnaletica stradale, l’illuminazione pubblica, restringendo la carreggiata e la fruibilità dei marciapiedi. Situazioni di incuria e degrado che compromettono il decoro urbano ed extraurbano e che rendono, inoltre, critiche le condizioni igienico sanitarie e di salubrità ambientale con danni e pericolo per la salute pubblica e la sicurezza” ha concluso la prima cittadina.

Nicoletta Masetto

Le più lette