Home Padovano Piovese Arzergrande, l’assessore al Bilancio lascia la Giunta

Arzergrande, l’assessore al Bilancio lascia la Giunta

Al suo posto è subentrato il consigliere Nicolò Grigoletto. “Si tratta di dimissioni concordate” spiega Bertoli ma l’opposizione accusa: cambiamenti continui

Consigliere Nicolò Grigoletto
Nicolò Grigoletto

Cambia ancora la Giunta comunale. L’assessore al Bilancio Massimiliano Bertoli, per sopraggiunti impegni lavorativi, ha deciso a fine gennaio di fare un passo indietro e presentare le proprie dimissioni. Poiché ricopriva la carica di assessore esterno e non di consigliere, non farà quindi più parte del consiglio comunale. Al suo posto il sindaco Filippo Lazzarin ha promosso il consigliere Nicolò Grigoletto, già delegato alle Attività sportive, che ora si occuperà anche di Bilancio, Tributi e Patrimonio. Grigoletto ha trent’anni ed è un professionista con uno studio di commercialista in paese.

“Si tratta di dimissioni concordate. Ringrazio Bertoli – ha detto il sindaco – per il servizio reso e la collaborazione. Con lui abbiamo affrontato un periodo molto complicato per la nostra amministrazione. Grigoletto è un giovane commercialista nel quale ripongo molta fiducia”.

“Nel giro di un anno la Giunta – osserva Piercarlo Cavalletto, capogruppo di opposizione – ha cambiato volto. Un anno fa abbiamo assistito alle dimissioni, per motivi politici, dell’assessore Ilaria Maritan mentre questa settimana abbiamo appreso della nomina di Grigoletto. Le deleghe riassegnate negli ultimi mesi hanno un certo peso nell’amministrazione del nostro Comune. Ci auguriamo che questi cambiamenti continui non indeboliscano la già fiacca azione amministrativa. Come gruppo consiliare “Progetto Comune” abbiamo dimostrato grande attenzione alle sorti del nostro Comune tendendo la mano alla maggioranza nella seduta di approvazione del bilancio di previsione. Speriamo che la nuova giunta sia più attenta all’amministrazione dell’ente e non si faccia distrarre, come avvenuto in passato, dalla quasi esclusiva presenza sui social network”.

Alessandro Cesarato

Le più lette