Home Padovano Padova Est Bar e ristoranti di Ponte San Nicolò uniti contro il disagio

Bar e ristoranti di Ponte San Nicolò uniti contro il disagio

E’ stata organizzata anche l’iniziativa “Bar letterario e artistico”. Le attività commerciali presenti nel territorio sono complessivamente 15

Ponte San Nicolò
Bar e locali di Ponte San Nicolò insieme al Comune per nuove iniziative

I bar e i locali pubblici come “Sentinelle del territorio” in aiuto ai servizi sociali. Questo il progetto promosso da una trentina di locali insieme al Comune a Ponte San Nicolò.

“Abbiamo fatto – spiega il sindaco Martino Schiavon – una riunione a inizio febbraio con i locali del nostro territorio, per lanciare il progetto Sentinella. Si tratta di un progetto innovativo in cui gli esercizi pubblici saranno coinvolti, per poter segnalare o convogliare verso i servizi sociali avventori che ne avesse la necessità. Abbiamo deciso di avviare questa iniziativa perchè riteniamo che i locali pubblici siano luogo di aggregazione e i loro titolari persone in grado di identificare chi si trova in una situazione di difficoltà o disagio“.

Il ruolo degli esercizi pubblici in questo caso bar, pub o ristoranti viene esaltato anche da una funzione pubblica che va in aiuto alla comunità. Saranno una sorta di front – office della segnalazione del disagio. I gestori dei locali del capoluogo e delle frazioni hanno aderito positivamente all’invito che è arrivato dal Comune e nei prossimi mesi la collaborazione con assistenti sociali o operatori di strada aumenterà in modo sostanziale, con un beneficio da entrambe le parti. In questo modo anche persone con dipendenze più o meno gravi saranno indirizzate versooperatori specializzati a risolvere i loro problemi (magari provocati da abuso di alcol o ludopatia).

L’adesione ammirevole a questa iniziativa dei pubblici esercizi, non nasconde però la crisi nel territorio di questo comune, come in quelli di tanti altri delle attività commerciali, e la necessità di non perdere i negozi di vicinato che sono veri e propri luoghi di aggregazione per le piccole comunità. Le attività commerciali e negozi presenti in tutto il territorio del comune padovano, sono quasi 150.

“Ci preoccupa – dice senza mezzi termini il sindaco Martino Schiavon – la chiusura a Roncaglia di un supermercato. Si tratta di un negozio utilizzato da tante persone del posto e senza questa attività molti anziani dovranno fare chilometri per poter fare la spesa“.

Sempre con i bar è stata organizzata anche l’iniziativa ”Bar letterario e artistico” in cui saranno ospitati artisti locali a cui saranno dedicate loro uno spazio e anche delle giornate ad hoc. Questa disponibilità dà risposta a tanti artisti locali, pittori scrittori, anche musicisti che fanno fatica a trovare spazi idonei per ospitarli poterli fare apprezzare dal pubblico a cui potranno presentare le loro opere di fronte al quale esibirsi.

“La nostra intenzione – conclude il sindaco – è far diventare questo paese un luogo sempre più vibibile e anche per questo, dal punto di vista ambientale, nel nostro ente locale vige la regola che se anche nelle aree private vengono tagliati degli alberi, altrettanti ne devono essere ripiantati“. Il Comune ne ha recentemente tagliati 20 ma ne ha ripiantati subito 60.

Alessandro Abbadir

Le più lette