Home Rodigino Adria Katia Follesa e Pintus stregano Adria

Katia Follesa e Pintus stregano Adria

A giudicare dalla società di oggi, in lotta tra like su Facebook e teorie terrapiattiste, siamo davvero destinati all’estinzione? Lo show del comico di Colorado costretto al bis

Angelo Pintus

Venerdì 6 e sabato 7 dicembre e sabato 1 febbraio il talento comico ha invaso Adria. Un inverno all’insegna della risata quello proposto dal teatro comunale in collaborazione con Adria Shopping, centro commerciale il porto, Pro Loco e Eventi dal Vivo. Il primo a dicembre è stato in scena il comico da Colorado, Angelo Pintus, “costretto” a una replica il 7 dicembre per far fronte alla grande richiesta. Con Pintus d’altra parte il sold out è quasi sempre assicurato.

Il comico triestino classe 1975 porta in scena un esilarante spettacolo di due ore e mezza, tutto da ridere. “Destinati all’estinzione” si incentra sulle paradossali paranoie e “complotti” dell’uomo contemporaneo, interrogandosi sul perché semplicemente secondo Pintus abbiamo smesso di usare il cervello. A giudicare dalla società di oggi, in lotta tra like su Facebook e teorie terrapiattiste, siamo davvero destinati all’estinzione? Pintus riflette sulla possibile involuzione odierna della specie: che sia già sotto i nostri occhi? Monologhista irriverente, a tratti imitatore ma a anche improvvisatore a seconda del mood in platea, sempre diverso, incline alla percezione degli umori degli spettatori, Pintus calibra il “canovaccio” dello spettacolo sulla platea che ha di fronte, dimostrando grande capacità d’intrattenimento.

Passiamo ora a questo mese febbraio: ad aprirlo proprio sabato 1 lo spettacolo unico di Katia Follesa e Angelo Pisani “Finchè social non ci separi”. Angelo e Katia, coppia sul palco ma soprattutto nella vita, hanno scelto di dirsi tutto, anche le cose meno belle e per farlo si sono affidati all’ironia che smorza i toni senza sminuire l’importanza di ciò che ci si dice. Tutto parte da una lista dei difetti: Katia scrive quelli di Angelo e lui fa altrettanto con quelli di lei. La lista viene subito mostrata al pubblico che non solo assisterà per tutto lo spettacolo allo scambio comico tra i due a suon di difetti, ma sarà anche chiamato a dire la propria attraverso il meccanismo dei bigliettini anonimi e dei social. Un percorso comico a tappe nella convivenza tra l’uomo e la donna per sottolineare che la bellezza sta appunto nella diversita dei due emisferi a confronto: quello maschile dove calcio, birra e sesso la fanno da padroni, e quello femminile con le sue infinite e incomprensibili, per lui, sfumature.

Queste le prossime date in cartellone: giovedì 27 febbraio, ore 21, Pino Insegno con “58 sfumature di Pino”; sabato 13 marzo giallo psicologico di Miriam Spera e Renato Cecchetto nel ruolo di A. Hitchcock, con “Rear Wall Il muro sul cortile”.

Anna Bergantin

Rovigo ha di nuovo un multisala: apre oggi Notorious Cinema

Le più lette