Home Padovano Bassa Padovana “Lo stato di salute dei fiumi sta migliorando”

“Lo stato di salute dei fiumi sta migliorando”

 

Luca Marchesi, neo direttore generale dell’Arpav, rivela che l’81% delle stazioni presenta valori positivi

“Lo stato di salute di fiumi e laghi veneti va chiaramente verso un lento ma costante e ben percettibile miglioramento”. L Lo assicura Luca Marchesi, nuovo direttore generale di Arpav, commentando il Rapporto delle acque superficiali del Veneto. I laghi e i fiumi sono controllati dall’Agenzia con una rete di monitoraggio composta da 368 stazioni per i controlli chimici (304 nei fiumi e 64 nei laghi) e 90 per i controlli biologici (50 nei fiumi e 40 nei laghi). Lo studio è il risultato dell’analisi di 165.430 analisi.

Il vero dato confortante è questo: l’81% delle stazioni monitorate nel 2018 ha presentato valori positivi per le acque venete. La percentuale di stazioni che ricadono nei valori “elevato” e “buono” tende ad aumentare nel tempo, raggiungendo valori compresi tra il 60% e il 70% negli ultimi dieci anni. Le stazioni nel livello “scadente” si mantengono in numero molto basso, inferiore a 10, e non si rilevano stazioni con valore “pessimo”. Puntualizza Marchesi: “Il miglioramento va sicuramente attribuito alle norme ambientali sugli scarichi più rigorose, alla realizzazione di infrastrutture – fognature e depuratori – e alle misure previste dai piani di gestione delle autorità di distretto idrografico”.

Nicola Cesaro

Le più lette