Home Padovano Camposampierese Est Musica oltre la disabilità a Camposampiero

Musica oltre la disabilità a Camposampiero

“Delfini” aiuta i partecipanti a esprimere se stessi

Avvicinare la gente comune alla disabilità e viceversa, utilizzando un linguaggio universale: la musica. Questo il significato del progetto Delfini, partito a gennaio nella Sala Prove di Straelle a Camposampiero. Delfini, che si tiene con cadenza settimanale, è un progetto di Giorgio Buttazzo (musicista professionista con all’attivo oltre 40 anni di esperienza nel mondo dello spettacolo) nato nel gennaio 2000 su commissione dell’assessorato alle Politiche sociali e sanitarie del Comune di Modena. Attraverso la musica ogni ragazzo con difficoltà può esprimere capacità creative spesso non viste e riconosciute dalle persone “normodotate”.

La musica diventa, quindi, linguaggio e comunicazione reciproca. L’iniziativa si rivolge a ragazzi e adulti con disabilità dai 14 anni in su e ha il patrocinio del Comune di Camposampiero che ha ravvisato un’opportunità importante, per il Camposampierese e non solo, per chi vive personalmente la disabilità. Gli incontri settimanali, impostati sul dialogo e sull’ascolto reciproco, accompagnano i partecipanti a scrivere testi per canzoni. Dopo questa prima fase di conoscenza e di condivisione dei propri vissuti, si arriva a costituire un gruppo di produzione completo a tutti gli effetti, in grado di scrivere, cantare, arrangiare, suonare e produrre musica.

Ultimo tassello del progetto: la realizzazione di uno spettacolo su cui convergono tutte le esperienze maturate nel percorso. Delfini aiuta i partecipanti a esprimere se stessi attraverso la musica e la produzione di canzoni, con cui vengono stimolati la sfera emotiva, il ricordo e il vissuto di ognuno dei protagonisti. L’associazione Sala Prove ha messo a disposizione gratuitamente i propri spazi.

Nicoletta Masetto

Treviso: “La musica per rievocare i ricordi”

Le più lette