Home Padovano Padova Est Nuovi sport al debutto di Tokyo 2020

Nuovi sport al debutto di Tokyo 2020

È iniziato il conto alla rovescia per Tokyo 2020: manca sempre meno all’inaugurazione dei XXXII Giochi Olimpici dell’era moderna, che verranno ospitati nella capitale giapponese dal 24 luglio al 9 agosto. 17 giornate di gara, 33 sport in programma, per un totale di 49 discipline divise in 339 eventi. Rispetto a Rio 2016, la novità più significativa è rappresentata dall’ingresso di cinque nuovi sport: baseball/softball, karate, skateboard, surf e arrampicata sportiva. Tra questi, solo il baseball/softball aveva fatto parte del programma olimpico; per le altre si tratterà di un vero e proprio debutto. I nuovi sport sono stati scelti dal CIO (Comitato Olimpico Internazionale) per incoraggiare la partecipazione del pubblico locale e internazionale, ampliare l’interesse dei giovani, attirare nuovi sponsor e investimenti.

Arrampicata sportiva

Saranno tre le discipline di climbing a Tokyo 2020: lead, speed e boulder. Le nazioni favorite sono Giappone, Slovenia e Stati Uniti, ma occhio alla Repubblica Ceca, pronta a salire sulla vetta del podio grazie al fenomeno Adam Ondra. “Si tratta di uno sport che rappresenta una forte e coesa comunità, soprattutto di giovani, in grado di utilizzare le nuove forme di comunicazione”. Con queste parole Franco Carraro, Presidente della Olympic Programme Commission, ha salutato l’ingresso dell’arrampicata sportiva nei Giochi.

Karate

Due giornate di gara, tre categorie di peso per il Kumite (combattimento) e una per il Kata (esercizio di forme), dieci atleti per ogni categoria: così il Karate farà il suo debutto a cinque cerchi. I favoriti sono ovviamente i padroni di casa del Giappone, seguiti da Cina, Iran e Spagna. Occhio all’Italia: potrebbe essere la sorpresa sul podio. È evidente che la scelta dell’introduzione del Karate sia strettamente legata alla sua diffusione in Giappone, tant’è che già ufficiale la sua esclusione da quelli di Parigi nel 2024, dove invece verrà introdotta la break dance.

Skateboard

Spalancare le porte alle nuove generazioni: è questo il dogma che ha dettato l’ingresso dello skateboard nelle Olimpiadi. A Tokyo saranno due le discipline in programma, lo Street e il Park, entrambe riservate sia agli uomini che alle donne, per un totale di 80 atleti in gara. La sede di gara sarà l’Ariake Urban Sports Park di Koto, un distretto della capitale nipponica. Gli Stati Uniti sono sicuramente i favoriti alla vittoria finale, seguito da Brasile e Australia.

Surf

In Giappone, saranno le onde di Tsurigasaki Beach a dare il battesimo olimpico al surf, che con tutta probabilità verrà confermato anche a Parigi 2024. Quaranta gli atleti coinvolti: venti uomini e venti donne. Stati Uniti, Australia e Brasile sono senza dubbio le nazioni più accreditate per la conquista del primo, storico oro olimpico, ma l’imprevedibilità del vento e delle onde naturali del mare lasciano aperte tutte le possibilità di vittoria per gli outsider.

Baseball/Softball

Tra le new entry di Tokyo 2020, solo Baseball e Softball hanno già solcato i palcoscenici olimpici: il primo dal 1992 al 2008, il secondo dal 1996 al 2008. Saranno dodici le squadre partecipanti che scenderanno in campo a Fukushima: sei per ciascuna disciplina. Stati Uniti, Giappone e Cuba si giocheranno l’oro olimpico.

Enrico Beda

Le più lette