Home Rodigino Delta Più servizi a Porto Tolle con i medici in rete

Più servizi a Porto Tolle con i medici in rete

Al via il servizio di medicina di gruppo integrata

Centro servizi medici in rete Porto Tolle
Ecco il nuovo centro servizi a porto Tolle con medici in rete

La forma di associazionismo tra sei medici di base e l’azienda Ulss 5 Polesana prevede lo svolgimento dell’attività in ambulatori collocati in un’ala della nuova casa di riposo di via Novembre 66, per permettere ai cittadini di avere risposte qualificate e tempestive nei casi di urgenza, anche quando il proprio medico di famiglia non è disponibile.

“La porzione di fabbricato destinato al servizio in questione, si estende per circa 210 mq nella frazione di Ca Tiepolo – entra nei dettagli l’assessore ai Lavori pubblici Diego Marchesini -, sarà funzionalmente e strutturalmente indipendente dal resto del complesso edilizio, oltre a essere facilmente riconoscibile e fruibile dall’utenza. Visibili dalla sede municipale, attraverso via Giolo, i locali destinati al servizio sanitario in questione comprenderanno una sala d’attesa, una segreteria amministrativa, un ambulatorio infermieristico, tre ambulatori medici, un locale di riposo e servizi igienici per gli operatori, una sala riunioni e una distribuzione agli ambulatori con servizio igienico per i pazienti e deposito”.

“La nuova casa di riposo andrà a chiudere un procedimento impostato all’origine come project financing che dal punto di vista amministrativo ed economico si era bloccato nel 2013 – spiega l’assessore Marchesini -, per poi essere ripreso con una veste di concessione di servizio, attuata con un progetto preliminare e poi definitivo, messo in gara europea e vinto da un’Ati, poi diventata il consorzio Pass, l’acronimo di Polesine Assistenza Socio Sanitaria con sede a Copparo (Fe)”.

“Nell’edificio, costruito per accogliere 50 anziani non autosufficienti, come previsto dai piani di zona dell’ulss 5 Polesana – annuncia il primo cittadino Roberto Pizzoli -. I cittadini saranno accolti nella struttura, tra circa sei mesi, ovvero nel momento in cui avremo ottenuto l’accreditamento regionale”.

Le più lette