Home Veneziano Miranese Nord Polizia locale: a Martellago in arrivo otto nuovi agenti con un concorso

Polizia locale: a Martellago in arrivo otto nuovi agenti con un concorso

Furti nelle case delle tre frazioni, forze dell’ordine sotto organico, videosorveglianza: il consigliere comunale delegato alla Sicurezza fa il punto della situazione

Polizia locale Martellago
A Martellago arriva un concorso per assumere 8 nuovi agenti della Polizia locale

“Per quanto riguarda la seduta di novembre del consiglio comunale i consiglieri della lista Saccarola non erano presenti alle mozioni ed interpellanze a causa di un problema sorto sul risultato di votazione al punto precedente dell’ordine del giorno. – ha detto Luca Zampirollo consigliere delegato”.

Vigili sotto organico. “Dovrebbe uscire il bando a breve per quanto riguarda la polizia locale del Miranese, – anticipa Zampirollo – e dunque verranno integrati di sicuro gli 8 posti persi, probabilmente anche più. Con l’anno entrante riusciremo a rientrare a regime e verranno nuovamente garantiti i servizi serali, che comunque già nel 2019 erano stati assicurati fino a novembre”.

Nel frattempo sempre sul fronte dei vigili, tutti gli agenti dell’Unione dei Comuni, dopo aver frequentato un apposito corso di formazione, sono stati abilitati ad utilizzare il defibrillatore e ad operare manovre di primo soccorso, operazioni che possono davvero salvare la vita nei casi di arresto cardiocircolatorio. Spesso infatti la pattuglia della polizia locale, soprattutto in caso di incidenti stradali, arriva sul posto anche prima dell’ambulanza, è dunque di fondamentale importanza che possano agire tempestivamente, ma nella massima sicurezza per loro e per la persona coinvolta.

Emergenza furti nelle abitazioni. “Senza dubbio abbiamo già messo in conto di fare un nuovo sollecito al Prefetto per richiedere un aumento dell’organico delle forze dell’ordine – prosegue ancora Zampirollo. Un’aliquota dell’esercito sarà però difficile da ottenere perché le caratteristiche del nostro Comune sono diverse rispetto ad altri potenzialmente a rischio terroristico, o con problematiche differenti riguardo a spaccio di droga e prostituzione. Abbiamo comunque già avuto la disponibilità della Radiomobile dei carabinieri di Mestre che a richiesta supportano l’operato e le urgenze che possono presentarsi nel territorio”.

Videosorveglianza. “Su questo fronte ci stiamo battendo per portare a casa una soluzione più funzionale – conclude . Stiamo pensando di dirottare la visione di tutte le immagini delle nostre telecamere alla sala di controllo della Città Metropolitana, dove c’è sempre un operatore in servizio 24 ore su 24. Sarebbe un sistema intelligente e funzionale per usufruire al massimo degli impianti che già abbiamo, con la garanzia di un rapido intervento, perché la risposta sarebbe in tempo reale”.

Roberta Callegaro

Le più lette