Home Padovano Padova Nord Protezione civile di Limena: vent’anni in prima linea

Protezione civile di Limena: vent’anni in prima linea

“Solo con il continuo addestramento miglioriamo il livello di sicurezza”

Protezione civile di Limena

Vent’anni in prima linea Filippo Benetton guida da orma vent’anni il gruppo comunale della Protezione Civile di Limena. Una lunga carriera tra le fila dei volontari in prima linea per la sicurezza del territorio e della popolazione’ “Sono coordinatore del gruppo comunale di Limena dal 2000, il gruppo conta circa 42 volontari, dal 2019 ricopro inoltre l’incarico di coordinatore del Distretto medio Brenta composto dai Comuni di Limena, Villafranca Padovana, Curtarolo, Campo San Martino, Campodoro, Piazzola Sul Brenta e San Giorgio in Bosco”.

Come mai ha scelto di intraprendere questo percorso? “Sono entrato a far parte della Protezione Civile nel 1996 e da allora resta sempre lo spirito di poter essere di aiuto alle persone che necessitano di sostegno sia in occasione di eventi calamitosi, sia in momenti di solidarietà e quanto necessario. E’ inoltre importante il contributo che possiamo dare alle scuole per insegnare ai ragazzi come comportarsi in caso di emergenza ed avvicinarli al mondo del volontariato”.

Quali sono le caratteristiche che deve avere un volontario? E quale percorso si deve intraprendere per diventarlo? “Le caratteristiche che un volontario deve avere sono sicuramente l’umiltà, il sacrificio, il mettersi a disposizione delle persone. Per diventare volontario si deve inizialmente fare un primo percorso formativo con un corso base e un corso sulla sicurezza organizzati dalla Provincia di Padova poi fondamentale risulta la costanza e la presenza alle esercitazioni che si programmano al fine di acquisire capacità professionali, prontezza di operazione e sicurezza in sé stessi, risulta fondamentale anche il lavoro e l’affinità di squadra”.

Qual è stata l’esperienza più significativa che ricorda di questi anni? “Come gruppo di Limena e gruppo Saf negli ultimi anni siamo stati impegnati in diverse emergenze dal terremoto all’Aquila, terremoto in Emilia Romagna e tutte le occasioni di allagamenti ed alluvioni che hanno colpito il nostro territorio presso i Comuni di Casalserugo e Bovolenta, Battaglia Terme, Ospedaletto Euganeo ed altre zone”.

Delle attività del 2019 e di quelle in programma nel 2020 cosa vorrebbe migliorare ed implementare? “In riferimento alle attività addestrative svolte nel 2019 e che svolgeremo nel 2020 le reputo tutte importanti ed indispensabili perché solo con il continuo addestramento e la ripetizione degli argomenti si può raggiungere un grande livello di sicurezza nelle operazioni e di specializzazione, importanti come i corsi di aggiornamento che effettuiamo”.

Cosa sogna ed aspira per il gruppo comunale della Protezione Civile di Limena? “Quello che mi auguro per tutto il gruppo è sicuramente quello di raggiungere sempre più un livello di sicurezza e di capacità elevato perché è indispensabile per essere capaci, professionali e sempre pronti per aiutare chi è in difficoltà o è necessario di sostegno e aiuto in caso di emergenza senza trascurare la nostra sicurezza nell’affrontare qualsiasi intervento”.

Fanny Xhajanka

Apre “Limenamente” teatro di qualità alla portata di tutti

Le più lette