Home Padovano Conselvano Riabilitazione e servizi all’ospedale di Conselve

Riabilitazione e servizi all’ospedale di Conselve

Le opposizioni hanno chiesto chiarimenti sul futuro della sanità territoriale, ha risposto il dirigente Carlo Stecchini

Ospedale di Conselve
Ospedale di Conselve

“Quale sanità per il futuro di Conselve?”: se ne è parlato nella seduta straordinaria del consiglio comunale richiesta a gran voce dai quattro gruppi di opposizione per fare chiarezza sul destino dei servizi sanitari territoriali.

“Le schede sanitarie approvate l’anno scorso dalla Regione – ricordano i capigruppo di minoranza – incidono sulla gestione nel nostro territorio e in particolare sul nostro ospedale. I servizi sanitari sono di fondamentale importanza per la vita dei cittadini e questo documento va divulgato e fatto conoscere ai nostri concittadini, per la parte che riguarda il conselvano. Abbiamo chiesto che fossero invitati ad intervenire i dirigenti dell’Uls 6 ai quali fa capo la gestione sanitaria del nostro territorio”.

All’ospedale di Conselve sono attivi i servizi di riabilitazione, dell’ospedale di comunità e la Rsa gestita dalla Sereni Orizzonti. Alle numerose domande dei consiglierei di opposizione ha risposto in Consiglio Carlo Stecchini, direttore del Distretto sanitario Padova Sud, ribadendo che i servizi territoriali svolgono una funzione fondamentale per la cittadinanza.

Ha spiegato che al monoblocco di Conselve si arriverà a 60 posti letto per la Riabilitazione, completando così il polo riabilitativo a livello provinciale. Entro l’anno i posti dell’ospedale di Comunità passeranno degli attuali 6 a 15, incrementando così un servizio utile per i pazienti che necessitano di ulteriori cure in una struttura ospedaliera. Molto dibattuta la questione della Rsa, la residenza sanitaria assistenziale gestita dalla società friulana Sereni Orizzonti. Stecchini ha ricordato che nei mesi scorsi gli accessi erano stati sospesi perché il personale addetto all’assistenza era al di sotto degli standard. Poi la situazione è tornata alla normalità ma resta alta l’attenzione. “Vogliamo la certezza che gli ospiti siano seguiti nel rispetto degli standard minimi previsti, prima di tutto viene il benessere dei pazienti” ha concluso Stecchini.

Nicola Stievano

Le più lette