Home Padovano Alì supermercati, confermate 160 nuove assunzioni a Padova

Alì supermercati, confermate 160 nuove assunzioni a Padova

Alì supermercati gestirà direttamente la logistica del magazzino centrale di Padova. Partono 160 nuove assunzioni

Francesco Canella presidente Gruppo Alì Supermercati
Francesco Canella presidente Gruppo Alì Supermercati

Alì Supermercati e le Organizzazioni Sindacali hanno sottoscritto l’accordo che innova l’organizzazione della logistica nella grande distribuzione. Alì Supermercatipone fine agli appalti della sua logistica e, in controtendenza rispetto agli atri player della GDO, assume a tempo indeterminato i 160 lavoratori attualmente occupati alle dipendenze della società appaltatrice. Gestirà, quindi, direttamente la movimentazione merce anche all’interno del magazzino di via Olanda a Padova oltre a quello di Via Svezia a Padova.

Questo storico accordo è il frutto del grande impegno e del senso di responsabilità profuso in questi anni da tutte le parti. In particolare, del dialogo dell’impresa con le organizzazioni sindacali e delle istanze espresse dalle associazioni sindacali non sottoscrittrici dei contratti collettivi nazionali, tutte coinvolte e informate delle scelte organizzative intraprese.

È il risultato del percorso che l’azienda veneta ha iniziato tre anni addietro con l’apertura e la gestione diretta del nuovo magazzino di via Svezia. Scelta questa che ha dato risultati positivi in termini di serenità dei rapporti con i lavoratori, nonché in termini di efficienza organizzativa e produttiva. Con la nuova decisione Alì Supermercati, impresa con oltre cinquant’anni di storia e che supera il miliardo di euro di fatturato, compie ora un gesto di grande responsabilità: elimina il precariato nel suo ciclo distributivo; garantisce a 160 lavoratori l’occupazione stabile; migliora le attuali condizioni economichedei lavoratori che assumerà, e li farà finalmente sentire parte integrante dell’azienda, che ad oggi conta oltre 4.000 collaboratori.

Alì Supermercati è altresì convinta che la gestione diretta del ciclo distributivo migliorerà anche il servizio per i suoi clienti.

Padova, 160 nuove assunzioni: parla il direttivo di Alì supermercati

“Siamo davvero soddisfatti dell’importante lavoro svolto in sinergia con le organizzazioni sindacali per concludere questo accordo. Ci abbiamo creduto e con un gesto di grande responsabilità abbiamo deciso digestire direttamente il ciclo della logisticadella nostra distribuzione, convinti che la stabilità occupazionale e il benessere dei nostri collaboratori sianolo strumento privilegiato per migliorare ancora di più il servizio ai nostri clienti” afferma Gianni Canella, Vice Presidente di Alì S.p.A. Alì Supermercati, azienda padovana della grande distribuzione organizzata fondata nel 1971, con un fatturato che ha superato il miliardo di euro, conta 113 punti vendita in Veneto ed Emilia Romagna, tra negozi di quartiere Alì Supermercati e superstore Alìper, dando lavoro a 4.000 collaboratori, di cui il 95% ha oggi un contratto a tempo indeterminato.

I nuovi assunti effettivi per l’anno 2019 sono stati 265, mentre negli ultimi cinque anni sono stati 1.237. Sul piano della sostenibilità ambientale, grazie agli interventi per limitare l’impatto delle attività, nell’anno 2019 sono state risparmiate all’ambiente 710 tonnellate di emissioni di CO2 ed ad oggi sono stati messi a dimora dall’azienda, in collaborazione con i clienti, quasi15.000 alberi nell’ambito del progetto We Love Nature.

Accordo tra Alì supermercati e sindacati, le parole dell’assessore Donazzan

“Internalizzare i servizi, come ha scelto di fare Alì per quelli legati alla logistica, è una scelta che solo alle valutazioni più superficiali può sembrare azzardata e in controtendenza. È una scelta per certi versi rivoluzionaria ma che non mancherà di produrre ricadute positive sia per l’impresa sia per i lavoratori”.

Così l’assessore regionale al Lavoro, Elena Donazzan, plaude all’accordo siglato tra Alì Supermercati e le maggiori sigle sindacali con cui si procede ad una innovazione dell’organizzazione logistica, ponendo fine agli appalti esterni e procedendo all’assunzione di 160 lavoratori oggi occupati con la società appaltatrice.

“La coincidenza della firma dell’accordo con l’attuale emergenza sanitaria che è causa di un senso di incertezza – aggiunge l’Assessore – fa risaltare e conferma lungimirante la filosofia di coinvolgere e legare alla vita delle aziende anche le scelte individuali dei lavoratori. Alì, ancora una volta, dimostra una intelligente visione futura del lavoro dettata dalla sintonia con i propri collaboratori”.

“Grazie a questa operazione – conclude Donazzan – l’azienda veneta, leader nella grande distribuzione, gestirà direttamente la movimentazione della merce anche all’interno di dei due propri grandi punti di stoccaggio di Padova. Che la soluzione abbia trovato concordi la parte imprenditoriale e quella sindacale ne conferma che si tratta di una intuizione ritenuta positiva da tutte le parti interessate. Sono certa che questo accordo veneto potrà essere la molla di un’utile riflessione per tutto il sistema Italia”.