Home Rodigino Adria Coronavirus, ad Adria sospese le visite al Csa

Coronavirus, ad Adria sospese le visite al Csa

Il Csa di Adria blocca le visite dei famigliari per far fronte al Coronavirus

Il Csa di Adria

“È necessario aumentare il livello di attenzione per garantire, per quanto possibile, lo stato di salute degli anziani residenti e di tutto il personale socio-sanitario”.Si apre così la letteradi Simone Mori,presidente del Csa di Adria che annuncia restrizioni all’accesso di visitatori per tutelare gli anziani ospiti.
Dal 6 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020, “sono interdette le visite ai residenti del centro servizi; le stesse saranno consentite nei soli casi di particolare gravità previa autorizzazione della Direzione”.

Csa, deroghe solo per casi gravi, con restrizioni

E si aggiunge: “I soggetti autorizzati ad accedere dovranno comunque attenersi alle modalità già in atto e vale a dire divieto di accesso per chi presenta sintomi compatibili con il coronavirus (quali tosse, raffreddore e febbre) o per chi proviene dai Comuni sottoposti a misure di contenimento, registrazione degli accessi su apposito registro, igienizzazione delle mani con apposito gel, mantenere una distanza di sicurezza di almeno un metro. Di conseguenza, rimangono sospese tutte le feste, messe, iniziative varie di aggregazione in struttura”.
Quindi una rassicurazione: “Verrà garantita a tutti i familiari di riferimento, in maniera più ampia possibile, l’informazione sulle condizioni di salute e il quadro clinico generale di ogni residente tramite i consueti contatti telefonici. Il personale della struttura, correttamente e pienamente in servizio, garantisce il normale scorrere della vita dei vostri cari, con il massimo e particolare impegno per assicurare la cura, il benessere ed
evitare eventuale senso di isolamento”.
A disposizione, per accorciare almeno un po’ le distanze, un servizio di videochiamata.

Le più lette