Home Veneziano Chioggia Coronavirus, Chioggia: "Ora non ha senso considerare Valli un focolaio"

Coronavirus, Chioggia: “Ora non ha senso considerare Valli un focolaio”

Il sindaco di Chioggia Alessandro Ferro parla della situazione che la cittadinanza di Valli sta vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus

Sindaco Alessandro Ferro
Sindaco Alessandro Ferro

“Esprimo la mia piena solidarietà a tutta la città di Chioggia e in special modo alla frazione di Valli, per tutto il fenomeno che stiamo vivendo. Esprimo poi il cordoglio da parte di tutta l’amministrazione per le persone che sono venute a mancare, per i parenti che hanno perso i propri cari e i propri affetti”. Sono queste le parole del sindaco di Chioggia Alessandro Ferro riguardo la drammatica situazione che sta vivendo la frazione di Valli.

“La situazione numericamente parlando è sotto controllo: l’Ulss 3 Serenissima dispone di quanti sono effettivamente i casi positivi e tutti i contatti che questi hanno avuto. Da ieri ci sono stati forniti anche i nominativi per cui siamo nelle condizioni di poter verificare che chi è in quarantena rispetti il divieto di uscire. La situazione è costantemente monitorata, ma è sempre in costante evoluzione. Da qualche giorno abbiamo iniziato a distribuire le mascherine, a cominciare proprio dalla frazione di Valli, per proseguire a Cavanella e Sant’Anna e stiamo andando a completare tutto il territorio con le prime che ci sono state fornite – ha continuato il primo cittadino -. Ho fatto anche un approfondimento con i medici per capire nel complesso la situazione di Valli e di tutta la città e ho sempre ricevuto rassicurazioni al riguardo da parte dei medici. Oggi ritenere la zona di Valli un focolaio non ha significato, poiché tutta l’Italia è diventata zona rossa”.

Coronavirus, i provvedienti messi in atto dall’amministrazione di Chioggia

“Ho messo in campo tutto quello che era nelle mie possibilità e facoltà con l’ordinanza di restrizione e divieto di accesso per quanto riguarda il litorale, l’arenile, la diga e la passeggiata del Lusenzo. Ho anche una delibera di giunta con i provvedimenti sotto il profilo economico per rinviare le scadenze della Tari, Cosap, le imposte sulla pubblicità, le imposte di soggiorno – ha dichiarato Ferro -. Pochi minuti fa ho firmato il provvedimento che va a sospendere il pagamento dei parcheggi blu, per tutelare l’economia fortemente compromessa”.

“Tutto quello che si poteva mettere in campo sotto il profilo sanitario e per tutelare i cittadini è stato fatto. Abbiamo cominciato sospendendo il mercato, siamo passati con i veicoli della Protezione Civile, con Alert System. Ora inoltrerò due ulteriori lettere: una di estensione di tutti i tamponi non solo a Valli, ma anche a tutto il Comune una volta completati i tamponi alle persone con priorità (medici, personale ospedaliero, farmacisti, sanitari delle case di riposo) – ha concluso – . Mi auguro che dopo le persone con maggiore priorità si possa partire ad effettuare i tamponi a tutte le altre persone”.

Le più lette