Home Rodigino Adria Csa di Adria, i legami familiari al tempo del Coronavirus

Csa di Adria, i legami familiari al tempo del Coronavirus

Corinaviurs, per mantenere i rapporti con l’esterno il Csa di Adria garantisce videochiamate tra anziani e famigliari

csa di adria
csa di adria

Il coronavirus sconvolge la quotidianità degli ospiti del Csa e dei loro famigliari. Per evitare il contagio, il presidente del cda Simone Mori ha annunciato che sono state interdette le visite ai residenti del centro servizi anziani, ad eccezione dei casi di particolare gravità e alle persone alle quali è stato rilasciato un permesso speciale dalla direzione.

“Nella continuazione del dialogo instaurato tra il nuovo cda e i familiari – continua il Presidente – sarà garantita a tutti i familiari l’informazione sulle condizioni di salute e il quadro clinico generale di ogni residente tramite i consueti contatti telefonici, contribuendol benessere degli ospiti per evitare l’eventuale senso di isolamento.

“Per questo, in accordo con la Direzione, sono attivi i seguenti numeri telefonici 3883282697 – 3891414926 (tutti i giorni, dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15.00 alle 18.30) attraverso i quali si potrà concordare una videochiamata con i famigliari, tramite il personale del servizio educativo.”

Il presidente Simone Mori annuncia l’attivazione di un punto di ascolto per i famigliari

“In un momento, in cui l’attenzione deve rimanere alta per la tutela della salute dei residenti del Centro servizi anziani e di chi li assiste, sono doverosi i ringraziamenti a tutti gli operatori della casa di riposo, che si adoperano con un maggior lavoro accurato e costante” conclude il presidente Simone Mori.

Intanto il presidente annuncia l’attivazione di un punto di ascolto per i famigliari, seguito dalla consigliera del cda Graziella Braghin che si metterà a disposizione degli ospiti autosufficienti e dei famigliari degli ospiti a basso carico assistenziale, “con lo scopo di concretizzare un confronto costruttivo per modificare il regolamento dei famigliari e procedere all’elezione del comitato interno con il quale il Cda andrà a definire un percorso a step per migliorare la vita quotidiana degli utenti del Centro Servizi Anziani e dei loro famigliari”.

“Il nuovo consiglio di amministrazione della casa di riposo di Riviera Sant’Andrea sta lavorando in azione sinergica con gli uffici comunali, per definire gli spazi necessari alla struttura per assorbire lo spostamento del primo nucleo, presumibilmente quello rosso, per consentire i lavori di adeguamento della struttura per l’ottenimento del Certificato Prevenzione Incendi – continua il presidente -.

Successivamente si procederà con lo spostamento degli altri singoli nuclei per permettere il completamento della messa in sicurezza dell’intero edificio, come previsto dalla normativa vigente”.

ha collaborato Chiara Tomao

Le più lette