Home Padovano Camposampierese Est Dopo lo stallo ripartono i lavori per la rotatoria a Loreggia

Dopo lo stallo ripartono i lavori per la rotatoria a Loreggia

L’incrocio è un vero punto critico della viabilità del territorio che ha visto il susseguirsi di ben 19 incidenti nel corso degli ultimi anni

Entrano sempre più nel vivo i lavori di costruzione della rotatoria di via Ca’ Boldù tra la provinciale 44 e la strada regionale 307, tra Loreggia e Camposampiero, per realizzare il percorso ciclopedonale lato est, con sbalzo sul Rio Barbacan ed eseguire ulteriori lavorazioni. Fino al 20 marzo sarà chiuso un tratto di via Ca’ Boldù. In particolare per chi transita verso Camposampiero con deviazione sulle vie M.L.King, Viale Venezia e via Bernardino da Feltre. I lavori per la realizzazione della tanto attesa rotatoria che collega il centro di Camposampiero a Loreggia e Rustega, iniziati con mesi di ritardo rispetto all’inziale tabella di marcia, finalmente vedranno in queste settimane un’accelerata.

A emettere l’ordinanza di chiusura di un tratto di strada per consentire i lavori, è stata la Provincia proprio per permettere la realizzazione del percorso ciclopedonale a lato est della rotatoria. L’arteria provinciale, che presenta un incrocio estremante trafficato dove si immettono anche i residenti del quartiere Santa Chiara e di via Babelli di Camposampiero, impone lavori direttamente sulla carreggiata. Pertanto, l’occupazione con i mezzi operativi della sede stradale, non consentirà, viste le ridotte dimensioni dell’arteria stradale, la regolamentazione del traffico a senso unico alternato. L’opera, che ha un costo complessivo di 365mila euro, è un’importante risposta alle difficoltà per quanti attraversano quell’incrocio.

Si tratta di un “punto nero” della viabilità locale, confermato da ben 19 incidenti avvenuti negli ultimi anni proprio in questo punto. La deviazione porterà indubbio traffico nelle zone residenziali interessate, per questo ai residenti è stato chiesto di portare pazienza a fronte dei disagi che si verranno a creare. Si è, comunque, cercato di contenere i tempi prevedendo la chiusura solo fino a marzo. Nell’ordinanza si invita anche a prestare attenzione alle manovre di entrata e uscita dagli accessi privati e a non parcheggiare fuori dagli spazi consentiti.

Giorgia Bortolato

Le più lette