Home Trevigiano Treviso Ovest Istrana, il sarto delle moto Luigi Bellon premiato dalla Regione

Istrana, il sarto delle moto Luigi Bellon premiato dalla Regione

Grande orgoglio per l’artigiano di Istrana che ha ricevuto l’encomio al Motorbike Expo. Sostegno da parte del sindaco Maria Grazia Gasparini: “Un esempio”

Un momento della premiazione a Luigi Bellon al Motorbike Expo di Verona
Un momento della premiazione a Luigi Bellon al Motorbike Expo di Verona

Luigi Bellon, sarto dei motori premiato dalla Regione alla fiera di settore a Verona. Anno 1946, è lui il rappresentante perfetto del Made in Italy, del Veneto e di Istrana che l’assessore al Turismo Federico Caner e il consigliere Nazareno Gerolimetto hanno insignito per la carriera con la statuetta del leone di Venezia.

Vogliamo che nel futuro gli artigiani come Bellon diventino un modello positivo per i giovani perché solo con l’impegno e il lavoro si possono raggiungere gli obiettivi”, hanno detto gli esponenti della Regione. Bellon nella fiera Motorbike Expo a Verona ha portato con sé una Cagiva Raptor X3, purtroppo mai stata messa in commercio, che ha ricostruito pezzo per pezzo ricreando la carrozzeria facendola rinascere come una Fenice, l’uccello mitologico che rinasce dalle proprie ceneri.

Cittadini di Istrana orgogliosi

Attorno alle prese d’aria della Cagiva, dei braccialetti sui quali è ben visibile lo stemma del 51esimo stormo dell’aeronautica e la scritta “Fatta a Istrana”. Elemento questo che ha riempito d’orgoglio tutti i cittadini di Istrana a partire dalla sindaca Maria Grazia Gasparini che è andata a Verona a sostenere Bellon.

“Luigi è un esempio di umiltà e grande professionalità creativa – afferma – È un’eccellenza del capitale umano del nostro territorio. Non solo creatività e tecnica ma anche tanta passione che sono risorse da valorizzare e da tramandare. Siamo orgogliosi come comunità dell’importante riconoscimento che la Regione gli ha riservato”. Duro il lavoro di Bellon per ricostruire i mezzi e i motori che in questi anni lo hanno portato ad avere un curriculum di tutto rispetto. Tra le sue creazioni più importanti figurano infatti alcune Barchette, la prima motorizzata con un sei cilindri della Fiat del 1937 da 1500 cc e la seconda creata con un motore Alfa 1900 a quattro cilindri del 1955.

L’ultima creazione in ambito delle quattro ruote è stata una coupè meccanica Fiat 2300 cc a sei cilindri del 1966. Ma, a far brillare gli occhi di Bellon è proprio il prototipo di Cagiva Raptor X3 che durante la fiera, esposta accanto ad una rara American Eagle 750 del 1971, ha attirato gli occhi di tutti i visitatori dello stand dedicato alla Regione e all’offerta turistica “Land of Venice”. Tra i visitatori anche tanti giovani ai quali, Bellon con grande disponibilità.

“Sono pronto a dedicarmi con anima e corpo ai giovani d’oggi. Devono capire che devono imparare a lavorare senza copiare dagli altri facendo le cose di testa loro”, ha concluso Bellon.

Lucia Russo

Le più lette