Home Padovano Padova Est Lavori pubblici a Ponte San Nicolò

Lavori pubblici a Ponte San Nicolò

Stagione di lavori pubblici sulle strade a Ponte San Nicolò nonostante ci si trovi in piena stagione fredda.

Il primo degli interventi che partirà in tempi rapidi e cioè verso la metà di questo mese, è l’asfaltatura di via della Repubblica. “L’intervento – spiega il sindaco del Comune di Ponte San Nicolò Martino Schiavon- era programmato solo per un tratto ma invece abbiamo deciso di realizzare l’asfaltatura su tutta la strada come chiesto tra l’altro anche dai residenti”.

L’intervento che durerà parecchie settimane, costerà complessivamente all’ente locale 300 mila euro. Nel passato non erano mancate in qualche occasione, le rimostranze dei cittadini sulle condizioni in cui si trovava il manto stradale. Ora sarà messo a nuovo. Se il cantiere di via Repubblica parte a metà di questo mese tempo permettendo, con la primavera partirà anche il cantiere legato al progetto della sistemazione di via Garibaldi.

“Il costo del progetto, che partirà verso aprile – maggio – sottolinea il sindaco – è di oltre 600 mila euro per quanto riguarda la sistemazione della carreggiata, a cui si dovranno aggiungere altri 300 mila euro per quanto riguarda la realizzazione della pista ciclabile. Insomma un intervento importante che sfiorerà il milione di euro”.

Lavori a Ponte San Nicolò, qualche disagio inevitabile

Immancabilmente con l’avvio dei cantieri ci saranno anche dei disagi al traffico, con rallentamenti e restrizioni delle carreggiate interessate. Cantieri che saranno ovviamente monitorati dalla polizia locale soprattutto nelle ore di punta. Non mancheranno poi manutenzioni continue sulle strade minori sia nel capoluogo che nelle frazioni di Rio, Roncaglia e Roncajette.

Oltre alle strade, proprio nei giorni scorsi, è partito anche un importante cantiere atteso da tanti anni: quello riguardante la riqualificazione di villa Crescente che diventerà il polo culturale del paese. “I lavori- conclude il sindaco Schiavon- dureranno complessivamene 280 giorni . Alla fine villa Crescente, un vero e proprio gioello architettonico del nostro territorio diventerà biblioteca e punto di riferimenro per eventi culturali su tutta l’area”.

Alessandro Abbadir

Le più lette