Home Padovano Padova Est Ponte San Nicolò: lavori in corso per un paese migliore

Ponte San Nicolò: lavori in corso per un paese migliore

Parla con orgoglio l’ex sindaco Enrico Rinuncini, oggi assessore che non nasconde la soddisfazione per i lavori volti a rendere Ponte San Nicolò più moderna, attrattiva, sicura, e sostenibile.

Ponte San Nicolò
Ponte San Nicolò Villa Crescente

Il restauro di Villa Crescente è sicuramente il fiore all’occhiello dei lavori che inizieranno a breve ma non mancano opere di miglioramento degli impianti sportivi e dell’efficienza energetica nelle scuole, oltre alla bonifica di aree a rischio idrogeologico. Assessore Rinuncini, iniziamo da Villa Crescente, la “ciliegina sulla torta”, come dice lei. “Finalmente è arrivato il momento per cui lavoriamo da anni, per noi è un bel risultato. Tra fine marzo e inizio aprile partiranno i lavori per il restauro della villa e la realizzazione del nuovo polo letterario.

Ci saranno due momenti: un primo stralcio di sistemazione della struttura che durerà circa un anno e una seconda parte che prevede un ampliamento nello spazio retrostante. Quest’ultima, sarà avviata tra dodici, diciotto mesi. Tutta l’area sarà molto valorizzata, con il grande parco nel centro del paese e la vicinanza con scuole, chiesa, patronato, caserma. La villa è chiusa da almeno quarant’anni. All’interno sono custoditi bellissimi affreschi e opere artistiche.

L’edificio era la residenza estiva di Cesare Crescente, sindaco di Ponte San Nicolò e Padova negli anni ’60-‘70. Il patto di stabilità, purtroppo, non ci ha permesso di procedere prima. I fondi per l’opera sono tutti comunali, un importo totale di oltre due milioni e mezzo di euro”.

Non solo cultura a Ponte San Nicolò ma anche attenzione agli spazi per lo sport

“Sì. Parliamo del campo sportivo di Rio. Abbiamo previsto il rifacimento degli spogliatoi e del campo di allenamento, compresa l’illuminazione. Era uno degli interventi rimasti indietro, ora siamo quasi in fase di gara d’appalto”. Cos’altro? “Ci stanno molto a cuore i lavori di sistemazione degli edifici pubblici.

Grazie a un contributo nazionale di novantamila euro, a cui ne abbiamo aggiunti altri quaranta, abbiamo appena completato i nuovi infissi dell’asilo nido. Inoltre, rifaremo completamente quelli della scuola elementare “Cesare Battisti” di Rio, che risalgono agli anni ‘80.

Il tutto si traduce in efficientamento energetico e benessere per i bambini, oltre a rientrare negli obiettivi nazionali di sviluppo territoriale sostenibile, posti alle amministrazioni comunali per questo 2020. Siamo orgogliosi di avere edifici scolastici moderni, anche per quanto riguarda gli impianti dati, il registro elettronico e le Lim – lavagne interattive multimediali, tecnologie presenti in tutte le classi.

Quest’inverno abbiamo concluso l’ultima scuola che era ancora, diciamo, da mettere a norma. In quest’ambito, siamo un Comune all’avanguardia”. In pista anche due interventi per ambiente e sicurezza idraulica. “L’argomento è importante, visto quanto successo con l’alluvione del 2010. Ci sono due accordi di programma. Il primo è in collaborazione con Consorzio di Bonifica e Comune di Padova.

Sono stati stanziati cinquantamila euro a testa per costruire un bypass su un fosso maestro – che convoglia acque di Roncaglia, Rio, Roncajette e di altri territori limitrofi – per migliorare il deflusso delle stesse. Il secondo è sempre tra noi e il Consorzio e riguarda un altro intervento di bonifica, per circa ventimila euro, su un’area di Ponte San Nicolò capoluogo”.

Eliana Camporese

 

Le più lette