Home Rodigino Rovigo Rovigo: in arrivo Open Fibra

Rovigo: in arrivo Open Fibra

Rovigo si accinge a diventare una vera e propria Smart City grazie ai massimi standard digitali in arrivo che saranno presto a disposizione dei cittadini

Open Fibra a Rovigo
Open Fibra a Rovigo

Open Fiber illumina Rovigo. Ben 19mila abitazioni, saranno infatti cablate, con la fibra ultraveloce. Si tratta di un investimento da circa 7 milioni di euro, per abilitare velocità di connessione fino a 1 gigabit per secondo.

Open Fiber, la società partecipata da Enel e Cassa depositi & prestiti, ha siglato una convenzione con il Comune di Rovigo, per la realizzazione di una nuova rete, interamente in fibra ottica, in modalità Ftth (Fiber To The Home, fibra fino a casa), che garantisce performance di navigazione sul web elevatissime e non paragonabili a quelle delle attuali reti in rame o miste fibra-rame.

L’accordo è stato illustrato a Palazzo Nodari, alla presenza dell’Assessore all’Innovazione Tecnologica della Città, Luisa Cattozzo, e, per Open Fiber, del Regional Manager Federico Cariali e del Field Manager Alessandro Battistel. L’investimento della società guidata da Elisabetta Ripa a Rovigo si aggiunge a quelli già in corso in Veneto a Padova, Treviso, Venezia, Verona e San Donà di Piave.

Luisa Cattozzo sull’arrivo di Open Fibra a Rovigo:

“Grazie a questo intervento – afferma l’assessore all’Innovazione Luisa Cattozzo – i cittadini del centro potranno accedere al mondo digitale in cui i servizi sono offerti ai massimi standard, direttamente dalle singole unità immobiliari.  Non solo, la stessa amministrazione potrà finalmente collegare una quarantina di edifici pubblici o di interesse pubblico a questa Infrastruttura, così da favorire l’erogazione di prestazioni volte a cittadini, imprese e professionisti assolutamente innovativi, gettando le basi per lo sviluppo di una vera Smart City. È un traguardo che pone il capoluogo in una posizione di competizione con altre realtà non solo venete”.

Open Fiber utilizzerà, ove possibile, cavidotti e reti sotterranee o aeree già esistenti per limitare il più possibile gli eventuali disagi per la comunità.

Gli scavi saranno effettuati privilegiando modalità innovative e a basso impatto ambientale. La progettazione dell’infrastruttura è di circa 150 chilometri e cablerà il territorio rodigino, mentre le lavorazioni cominceranno in primavera e si concluderanno entro 18 mesi.

Marco Scarazzatti

Le più lette