Home Padovano Camposampierese Est Sicurezza a Borgoricco, si parte con le telecamere

Sicurezza a Borgoricco, si parte con le telecamere

Attraverso un collegamento in fibra ottica la visuale a 360° delle telecamere di Borgoricco sarà disponibile in tempo reale agli agenti della polizia locale

Il Sindaco Alberto Stefani e l’assessore Samuele Peron
Il Sindaco Alberto Stefani e l’assessore Samuele Peron

Telecamere collegate in tempo reale alla centrale operativa della polizia locale della Federazione dei Comuni del Camposampierese.

In gergo tecnico non solo bancario l’operazione si chiama “switch”. A dare l’annuncio dell’attivazione il sindaco Alberto Stefani e l’assessore alla sicurezza Samuele Peron.

“I cittadini adesso sono più sicuri – ha dichiarato Peron -. Le telecamere del territorio comunale sono state messe in rete con il Comando dei vigili del Camposampierese che potranno così avere una panoramica costantemente aggiornata sullo stato di sicurezza del nostro territorio”.

L’operazione è stata definita in collaborazione con la società partecipata Asi, Agenzia per lo sviluppo e l’innovazione, e la polizia municipale del Camposampierese.

Le telecamere di Borgoricco:

“Le telecamere sono dieci – spiega l’assessore Peron – e controllano i punti più sensibili del territorio come il Parco dei Pensieri, il municipio, il centro di San Michele, l’ingresso della zona industriale, l’area nei pressi dell’istituto comprensivo, il semaforo all’incrocio tra via Desman e via Roma, l’intersezione tra via Marconi e via Croce Ruzza. Altre due sono state posizionate nell’ala nord est della sede comunale a controllo di un angolo, di fronte al centro civico, oggetto nei mesi scorsi di atti vandalici”.

Entro la fine di febbraio sarà installata un’altra telecamera, per la precisione un lettore di targa, all’incrocio tra via Desman e via Dalesmanina a Sant’Eufemia.

Grazie a un sofisticato collegamento tramite fibra ottica, le telecamere, di ultima generazione e dotate di quattro occhi per garantire una visuale costante a 360 gradi, sono visibili in tempo reale 24 ore su 24 dagli agenti di polizia locale.

“Tramite la fibra ottica – aggiunge Peron – le immagini che arrivano alla centrale operativa sono molto nitide. Un fattore importante nel caso in cui si renda necessario ricostruire un fatto criminoso o un sinistro”. Tutte le registrazioni, secondo quanto prevede la legge sulla privacy, sono conservate per sette giorni. Trascorso questo periodo, a meno che non ci siano indagini in corso, i video si cancellano automaticamente. Impostando, infine, precisi parametri i dispositivi consentono di effettuare, ricerche rapide e mirate di persone e veicoli.

“In termini di sicurezza – conclude l’assessore – questo è un passo importante: un collegamento costante e in tempo reale è fondamentale sia in termini di prevenzione che di efficacia d’intervento”.

Giorgia Bortolato

Le più lette