Home Veneziano Miranese Sud Spinea: troppe discariche di rifiuti sul territorio

Spinea: troppe discariche di rifiuti sul territorio

Emanuele Ditadi per il centrosinistra denuncia ben 34 aree nel Comune di Spinea che versano nel degrado.

 

rifiuti a Spinea
rifiuti a Spinea

L’opposizione politica di Spinea punta il dito sulla gestione dei rifiuti della nuova amministrazione comunale, e dice che, da mesi, sul territorio comunale sono segnalati diversi casi di abbandono rifiuti anche speciali. Le osservazioni si riferiscono ai tempi lunghi delle raccolte, che generano insoddisfazione e rabbia nei cittadini e che creano aree di degrado urbano, senza riuscire ad individuare e punire i responsabili.

“Sono ben 34 le aree individuate nel nostro comune oggetto di questi abbandoni indiscriminati – dice Emanuele Ditadi portavoce dell’opposizione. Troppe per un comune come il nostro, con un piccolo territorio che l’amministrazione non riesce a controllare a sufficienza”. Negli scorsi consigli comunali, i gruppi consiliari di opposizione, hanno proposto alcune azioni, atte a rafforzare gli strumenti per le azioni di prevenzione e controllo in merito.

“Con la mozione del consigliere Massimo De Pieri, abbiamo chiesto all’amministrazione di munirsi di foto-trappole e di predisporre con la Polizia Locale un piano di azione per la loro gestione – continua Ditadi. Purtroppo, tale proposta è stata respinta, con motivazioni che noi riteniamo piuttosto deboli, visto che progetti simili sono stati attivati con ottimi risultati in diversi comuni della penisola, permettendo di individuare efficacemente i responsabili dell’abbandono rifiuti e di sanzionarli pesantemente.

Auspichiamo un ripensamento, e restiamo in attesa di un segnale da parte dell’amministrazione in merito alla richiesta avanzata, con la stessa mozione di inasprire la sanzioni, elevandole all’importo massimo di 500 euro. Altra azione, proposta con mozione, riguardava la possibilità di sottoscrivere una convenzione con il nucleo operativo dei Rangers d’Italia, in particolare sui temi della sicurezza ambientale.” Una delle proposte del programma elettorale di Ditadi.

Le proposte suggerite dall’opposizione e l’intervento dei rangers d’Italia

L’opposizione ha anche proposto di dotare almeno i viali principali della città e dei parchi, di cestini che promuovano la differenziata, mozione bocciata dalla maggioranza perché ritenuta una spesa troppo esosa per il Comune. Il gruppo si chiede perché, in autunno non è stata fatta la Giornata delle 4R (Riusa-RiduciRicicla-Recupera), festa cittadina che faceva vivere il centro e promuoveva le buone pratiche di consumo consapevole e scambio.

“Nel 2019 le normative per la raccolta di rifiuti speciali sono cambiate – rispondono gli assessori all’ambiente, verde, territorio e sicurezza, Franca Zamengo e Guerrino Marini – allungando enormemente i tempi: dopo le segnalazioni, c’è un iter tecnico che prevede più comunicazioni con l’amministrazione e interventi differenziati in base ai siti di smaltimento. A Spinea la raccolta è già iniziata.

Sul fronte prevenzione ci stiamo muovendo per attivare il nucleo operativo dei Ranger d’Italia e per nuove telecamere mobili assieme all’Unione. Per quanto riguarda la giornata delle 4R è stata messa momentaneamente in attesa perché non era frequentata e la vogliamo rimodulare e ripensare per renderla, si spera, più partecipata”.

Le più lette