Home Rodigino Adria Adria: ”Per legge, il 50% dei proventi delle sanzioni saranno investiti in...

Adria: ”Per legge, il 50% dei proventi delle sanzioni saranno investiti in sicurezza stradale”

Il sindaco di Adria Omar Barbierato spiega come verranno utilizzati i proventi derivate dalle sanzioni per apportare migliorie alla sicurezza stradale

Il sindaco di Adria Omar Barbierato
Il sindaco di Adria Omar Barbierato

“Abbiamo abbassato a un milione di euro il preventivo delle entrate provenienti dalle sanzioni delle violazioni al codice della strada, rispetto all’iniziale milione e 230 mila euro. Un importo al quale vanno accantonati i circa 205mila euro del fondo crediti di dubbia esigibilità che porta ad una differenza di circa 794mila euro. Una variazione delle entrate dovuta alle misure di contenimento del Coronavirus, che di fatto limita le persone a transitare per le strade – spiega il sindaco Omar Barbierato -. Risorse economiche che saranno utilizzate per la sicurezza stradale (es. lo sfalcio dei cigli stradali, la manutenzione di pubblica illuminazione) e il mantenimento dell’incolumità pubblica dei cittadini, esercitata con tutti gli strumenti, da parte della polizia locale”.

Nel bilancio annuale delle entrate viene considerato l’importo di 250mila euro, previsto come cifra recupero crediti su accertamenti alle violazioni del codice della strada, che storicamente non viene incassata.

Adria, Barbierato: l’ultilizzo delle sanzioni

“Per gli anni 2021 e 2022 abbiamo previsto un importo di un milione e duecentomila euro per annualità, sempre provenienti dall’autovelox installato da anni sulla Sp 45 e le due nuove postazioni collocate al Km 43+250metri della Piovese e al km 2+040metri della Sp 45, la cui installazione è stata deliberata nel Maggio 2017. All’importo preventivato di un milione e 230 mila euro andranno accantonati per legge circa 267mila euro, nel fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE), cifra che corrisponde a circa il 75% della somma totale e che tiene conto del pagamento delle sanzioni entro i 5 cinque giorni. Per il 2021 e 2022, saranno previsti 300mila euro di insoluto da recuperare, ovvero multe che da anni non vengono pagate dai cittadini”.

“Come previsto dalla normativa per legge gli autovelox sono segnalati e ben visibili agli automobilisti. Stiamo lavorando per illuminare le due nuove postazioni di autovelox”  conclude il Sindaco Barbierato.

Le più lette