Home Veneziano Cavarzere Cavarzere: “Dagli uffici pubblici alla scuola Collodi, una lunga serie di accuse...

Cavarzere: “Dagli uffici pubblici alla scuola Collodi, una lunga serie di accuse infondate”

Risponde agli attacchi della minoranza, una volta per tutte, il sindaco di Cavarzere Henri Tommasi, stanco delle accuse, a suo dire infondate, mosse regolarmente alla sua amministrazione.

I lavori sul ponte in località Baggiolina a Cavarzere
I lavori sul ponte in località Baggiolina a Cavarzere

Il primo destinatario della replica è il consigliere Pierluigi Parisotto, ma il primo cittadino coglie l’occasione per rispondere, in generale, a tutta la minoranza che nei mesi scorsi lo ha attaccato. Innanzitutto, Tommasi precisa la situazione degli uffici pubblici, che non sono stati affatto abbandonati, come sostenuto dai suoi detrattori.

Accuse contro l’amministrazione: il sindaco di Cavarzere risponde

“Tutte le amministrazioni comunali, Cavarzere compresa, sono state chiamate in questi anni a una cura dimagrante dei bilanci, a uno sforzo di razionalizzazione dei servizi e di integrazione degli stessi con il mondo del terzo settore ed è inutile puntare sempre il dito: i servizi ci sono e vi sono progettualità che per realizzarsi hanno bisogno di tempo. Se vi è qualche proposta costruttiva, noi l’ascolteremo”.

Altra accusa che Tommasi rispedisce al mittente è quella delle aliquote comunali al massimo. “L’unica ad esserlo, come in tantissimi altri Comuni, peraltro, è l’addizionale comunale per la quale abbiamo in mente fin da quest’anno interventi migliorativi – fa sapere il primo cittadino -. Tutte le altre tariffe dei servizi a domanda individuale non hanno mai subito alcun incremento e hanno una percentuale di copertura del costo (quando viene pagato dagli utenti) molto bassa”.

Quindi fa un esempio: “Per gli impianti sportivi i cittadini pagano il 14,18% del costo, per le mense il 52,91%, per la biblioteca e le manifestazioni culturali il 2,99%”. Veniamo al Piano degli interventi, che non è stato “dimenticato” dalla giunta come detto dal consigliere Parisotto: “La scadenza tra marzo 2016 e la successiva approvazione ad ottobre dello stesso anno fu dovuta alle elezioni comunali, in quanto non sembrò istituzionalmente corretto vincolare una possibile nuova compagine amministrativa a scelte prese da una amministrazione in scadenza e comunque , come si dimostrò, l’obbligo di versamenti dei tributi permaneva anche in queste particolari condizioni”.

Quindi, Tommasi passa al capitolo dei Lavori pubblici e in particolare su Ponte di Baggiolina, precisando che “c’è stato addirittura un consiglio comunale in cui il progettista incaricato del ripristino del ponte ha incontrato gli abitanti spiegando loro i tempi e anche le difficoltà legate a un momento in cui, appena affidati i lavori, non vi era la possibilità materiale di accedere al cantiere a causa delle piene”.

Tommasi tiene a sottolineare anche che ora “i lavori procedono secondo le tempistiche consentite dalla complessità dell’intervento”. Infine, la situazione della scuola Collodi e il trasferimento degli alunni nei nuovi locali della Dante Alighieri: “I padiglioni, lo ribadiamo, sono già a disposizione e nel momento in cui entreranno i ragazzi troveranno una struttura d’eccellenza”. Giorgia Gay

Le più lette