Home Padovano Coronavirus: a Campolongo arriva "A teatro dal divano"

Coronavirus: a Campolongo arriva “A teatro dal divano”

Ai tempi del Coronavirus anche le attività culturali di Campolongo sono chiamate a reinventarsi per cercare di raggiungere comunque la collettività.

teatro
teatro

In tal senso l’Assessorato alla Cultura di Campolongo Maggiore, in collaborazione e grazie alla disponibilità del “Gruppo Alcuni” ha deciso di promuovere la rassegna teatrale virtuale per famiglie “A teatro dal divano”.

Quattro spettacoli teatrali per famiglie, trasmessi nella pagina Facebook “Comune di Campolongo Maggiore” dal 22 aprile al 2 maggio prossimi. Si inizia appunto da mercoledì prossimo con lo spettacolo “L’isola che c’è”, poi sabato 25 aprile con “Idea e la leggenda dell’acqua”, mercoledì 29 aprile in scena “Perché gli alberi perdono le foglie” e gran finale sabato 2 maggio con “Le quattro stagioni”. Tutti gli spettacoli saranno pubblicati sulla pagina Facebook del comune alle ore 20. Mettendo il “mi piace” alla pagina e cliccando poi il link dedicato si potrà assistere con i propri bambini allo spettacolo comodamente dal proprio divano di casa.

Coronavirus Campolongo: “A teatro dal divano”

“Dopo il successo delle letture animate da lontano- dichiara l’Assessore alla Cultura Mattia Gastaldi – che hanno riscosso centinaia di visualizzazioni, ora ci prepariamo a questa nuova proposta innovativa per cercare di coinvolgere le famiglie del territorio, con la collaborazione del “Gruppo Alcuni” che ringrazio sentitamente per la disponibilità. Gli spettacoli scelti, oltre che molto divertenti e in “formato famiglia” inoltre sono tutti di grande valenza educativa: si parlerà ad esempio di rispetto dell’ambiente e della risorsa acqua. Molto interessante e particolare infine lo spettacolo “Le quattro stagioni” dove la celebre opera di Vivaldi viene raccontata in modo nuovo e coinvolgente con attori, musicisti, equilibristi, fantasmi e bolle di sapone giganti, accompagnati da cartoon proiettati su grande schermo e dalla musica immortale di Vivaldi. Ringrazio sentitamente per la disponibilità la compagnia teatrale Gli Alcuni”.

Le più lette