Home Padovano Padova Coronavirus, Padova: tassa di soggiorno rinviata ad ottobre

Coronavirus, Padova: tassa di soggiorno rinviata ad ottobre

La Giunta di Padova rinvia il versamento delle rate del 15 aprile e del 15 luglio della tassa di soggiorno direttamente al 15 ottobre per Coronavirus. Una boccata di ossigeno per le imprese.

Assessore Antonio Bressa
Assessore Antonio Bressa

Su proposta dell’assessore al commercio Antonio Bressa di concerto con l’ assessore al turismo Andrea Colasio, la Giunta (tenutasi come accade da alcune settimane in videoconferenza) ha approvato il rinvio del versamento della tassa di soggiorno da parte delle strutture alberghiere al prossimo 15 ottobre.

L’ Amministrazione di Padova viene così incontro alle richieste degli albergatori la cui attività è in profonda crisi a causa dell’emergenza sanitaria. La tassa di soggiorno viene versata su base trimestrale, il 15 del mese successivo: quindi le scadenze che slittano al 15 ottobre sono quelle del 15 aprile e del 15 luglio che sono accorpate a quella del terzo trimestre che scade appunto al 15 ottobre.

Coronavirus Padova, rinvio della tassa di soggiorno: parla l’assessore Bressa

“Lo avevamo annunciato la scorsa settimana e oggi, come promesso abbiamo deliberato in Giunta il rinvio dei versamenti per i prime due trimestri del 2020 – sottolinea l’assessore Antonio Bressa – In questo modo aiutiamo sul fronte della liquidità le imprese alberghiere che in questo momento sono praticamente ferme. Abbiamo optato per lo slittamento di entrambe le scadenze ad ottobre anche per alleggerire la parte burocratica in considerazione del fatto che l’entità del gettito della tassa di soggiorno per questi primi mesi sarà giocoforza limitata”.