Home Padovano Conselvano Coronavirus, Sereni Orizzonti a Conselve: nessun caso positivo

Coronavirus, Sereni Orizzonti a Conselve: nessun caso positivo

Conselve, negativi i tamponi Coronavirus su tutto il personale di “Sereni Orizzonti” e sugli ospiti con sintomi sospetti

Rsa conselve
Rsa conselve

Seguendo le istruzioni impartite dal gruppo “Sereni Orizzonti”, da ormai diverse settimane la direzione della RSA di Conselve si è prontamente attivata sul fronte della prevenzione della diffusione del Coronavirus al fine di tutelare quanto più possibile la salute dei suoi ospiti.

Ancor prima dell’emanazione del Dpcm dello scorso 23 febbraio, tutte le misure predisposte dal Ministero della Salute sono state attivate: sensibilizzazione degli operatori, dei parenti e dei visitatori tramite la divulgazione e sottoscrizione per presa visione delle informative ministeriali e dei loro aggiornamenti così come delle procedure interne adottate dall’azienda. Molti parenti o amministratori di sostegno sono stati inoltre contattati telefonicamente per un aggiornamento della situazione.

Le misure di contenimento e prevenzione dal contagio da Coronavirus applicate fin da subito dal personale della struttura di Conselve

A partire dallo scorso 3 marzo, ogni accesso alla struttura è stato bloccato, beninteso a eccezione del personale. Infermieri, operatori socio-sanitari e addetti alle pulizie sono stati formati sulle procedure da adottare: hanno lavorato e continuano a lavorare dotati dei dispositivi di protezione individuale forniti dall’azienda (mascherine, guanti e camici monouso), gli ambienti interni vengono regolarmente sanificati, i cellulari vengono disinfettati e si evita un uso promiscuo di materiale.

Al momento gli ospiti nella RSA di Conselve sono 55. Nelle ultime settimane si è verificato un solo ricovero in ospedale: purtroppo dopo qualche giorno la paziente è deceduta e in seguito è stata appurata la sua positività al Covid-19. Come da prescrizioni della Regione, la AULSS n. 6 “Euganea” ha nel frattempo effettuato i tamponi a tutto il personale senza registrare per fortuna casi di positività al virus. La tamponatura è stata effettuata anche ad alcuni ospiti che presentavano sintomi sospetti di possibile contagio e tutti (compresi quelli che condividevano la stanza con la persona poi deceduta in ospedale) sono risultati negativi.

“Sappiamo bene come questa pandemia stia amplificando preoccupazioni e ansie. L’isolamento forzato nel quale si trovano da oltre un mese i nostri ospiti, persone molto anziane e spesso non autosufficienti, rischia in effetti di incidere negativamente sul loro umore – spiega il personale dell’RSA di Conselve – così come su quello dei parenti che non possono più andarli a visitare. Proprio per questo abbiamo da tempo contattato tutti i familiari degli ospiti al fine di poter programmare videochiamate via Skype, quotidiane e in determinate fasce orarie. Una soluzione che sta riscuotendo un grande successo tra i nonni, poter vedere i volti dei propri cari e poter scherzare e conversare con loro è una medicina preziosa”.

Le più lette