Home Padovano Camposampierese Est Libri a portata di mano

Libri a portata di mano

La Federazione dei Comuni del Camposampierese lavora in sinergia per aumentare il volume del materiale offerto

Biblioteca
Biblioteca

La Federazione dei Comuni del Camposampierese coposta dai Comuni di Borgoricco, Campodarsego, Camposampiero, Cittadella, Fontaniva, Galliera Veneta, Loreggia, Massanzago, Piombino Dese, San Giorgio delle Pertiche, Santa Giustina in Colle, San Martino di Lupari, Trebaseleghe, Villa del Conte, Villanova di Camposampiero hanno sottoscritto, di recente, una convenzione, che avrà validità per i prossimi 4 anni, con la quale si impegnano a valorizzare la “Rete Bibliotecaria Alta Padovana Est” o BiblioAPE che opera per favorire la crescita del livello qualitativo dei servizi informativi bibliografici e di documentazione erogati nel territorio.

La Provincia nel 1995 istituì il Centro Servizi Biblioteche, per promuovere la cooperazione bibliotecaria fra i Comuni della Provincia Un rafforzamento dell’impegno e della qualità della Rete, quella voluta con la nuova convenzione, che parte dalla consapevolezza che “è sempre più necessario garantire agli utenti un elevato livello qualitativo dei servizi informativi bibliografici e di documentazione” .

Comuni del Camposampierese, biblioteca: implementazione degli articoli disponibili

Tutto questo nella convinzione che “la vita culturale è un valore irrinunciabile e costituisce fattore di sviluppo, anche economico, delle comunità”. Per l’implementazione e la valorizzazione del catalogo di Rete e per lo sviluppo del servizio bibliotecario nel territorio, i Comuni si impegnano ad assicurare alle proprie biblioteche: una dotazione di personale adeguata per garantire aperture al pubblico che rispondano alle esigenze dell’utenza ed alla finalità di servizio pubblico; un numero sufficiente di postazioni di lavoro e consultazione dotate di idonei strumenti informatici atti a garantire il corretto funzionamento delle attività di biblioteca. Verrà poi fatto un aggiornamento costante delle dotazioni documentali presenti nelle biblioteche di propria pertinenza mediante dotazioni finanziarie per acquisto libri proprio per un aumento e rinnovamento del patrimonio librario. La somma minima da destinare in bilancio all’acquisto libri e prodotti multimediali deve essere pari ad almeno 6 mila euro complessivi nel quadriennio.

Tra gli altri impegni assunti l’estensione delle dotazioni rispetto a singole materie e lo sviluppo di percorsi organici nel settore della promozione della lettura con particolare riferimento a quelli rivolti alla scuola.

Nicoletta Masetto

Le più lette