Home Padovano Bassa Padovana Monselice: ok alla liquidazione del debito Padova Sud

Monselice: ok alla liquidazione del debito Padova Sud

Via libera all’accordo dal Consiglio di Monselice per la liquidazione del debito Padova Sud

Consorzio Padova Sud
Consorzio Padova Sud

L’accordo proposto dal Consorzio Padova Sud per la liquidazione del suo debito nei confronti del comune è stato approvato con l’unanimità della maggioranza. Una discussione accesa ha visto confrontarsi i consiglieri di maggioranza e minoranza presenti a Palazzo Tortorini durante il consiglio convocato lo scorso 31 gennaio. Al centro del dibattito la questione della ristrutturazione del debito imputato alla società di gestione rifiuti e le ricadute di un eventuale accordo secondo l’ex articolo 182bis legge fallimentare sul comune della Rocca.

A presentare l’attuale proposta del Consorzio Padova Sud il presidente della stessa, Alessandro Baldin, mentre il primo cittadino di Monselice, Giorgia Bedin, ha ripercorso le varie tappe dell’iter. Una prima proposta di accordo formulata dalla società era già stata presentata al Tribunale di Rovigo, competente per il territorio, che l’aveva rigettata nel giugno dello scorso anno. Il motivo sostanziale era l’inidoneità dell’istanza che ha imposto una revisione del procedimento in toto. Dopo il rigetto, il Consorzio ha dovuto trovare una soluzione in accordo con i maggiori creditori, ossia Sesa e Gestione Am- biente, e i singoli comuni.

Il sindaco di Monselice Giorgia Bedin ricorda che sarà possibile liberare le somme accantonate

Monselice aveva già un accordo ma questa amministrazione ha voluto verificare prima la corrispondenza di quello che era l’asserito credito del consorzio verso il comune” come sottolineato da Giorgia Bedin, per poi procedere a predisporre un accordo. Accordo in cui compare una clausola “Laddove l’omologazione non andasse in porto, quell’accordo non avrebbe alcuna valenza: noi torneremo al nostro credito di 844mila euro e loro ai 194mila euro”.

Il consigliere di Siamo Monselice, Silvia Muttoni, ha evidenziato come “La questione certamente è il frutto dell’ignoranza, dell’incompetenza e della superficialità che tanti amministratori del territorio hanno avuto rispetto alla questione gestione dei rifiuti”. Una situazione, quella venutasi a creare, che si era fatta a tal punto stringente da necessitare di un consiglio comunale d’urgenza.

Il consigliere Francesco Miazzi, in merito alla possibilità di un accordo in questi termini, ha aggiunto che “O si ha il coraggio di dire che tutto quello che è successo fino ad adesso è un qualcosa che non può reggere e quindi diamo una cesura netta oppure si rischia di riproporre uno schema, un meccanismo, un ennesimo tentativo di salvataggio di una cosa marcia dalla coda alla testa”.

La maggioranza, dal canto suo, ha espresso voto favorevole perché convinta che in questo momento la ricaduta del fallimento del Consorzio sui comuni consorziati sarebbe un prezzo troppo alto da pagare. Con l’approvazione dell’accordo, Monselice accetta di fatto il saldo del credito di 650mila euro da parte del Consorzio Padova Sud in un’unica soluzione nel 2025. “L’accordo consente anche di liberare le somme accantonate dai comuni nel 2017-2018” ha concluso Giorgia Bedin.”

Martina Toso

Le più lette