Home Trevigiano Morgano: niente classe prima, polemiche

Morgano: niente classe prima, polemiche

Troppo pochi gli alunni per far partire la sezione. Opposizione all’attacco: “Non si è fatto niente per evitare che si verificasse questa situazione”. Ma il sindaco respinge le accuse: “nulla di intentato”

Scuola
Scuola

“Non è stato fatto nulla per provare a mettere assieme una classe prima nella scuola elementare di Morgano”. Giuseppe Ceccon, capogruppo di opposizione in consiglio comunale a Morgano, va all’attacco dopo la conferma che a settembre nella primaria Da Vinci di via Chiesa non ci sarà nemmeno una sezione del primo anno.

Morgano: le polemiche sull’assenza della classe prima

La classe è saltata a causa della mancanza di alunni. Alla fine di gennaio, termine per le iscrizioni in prima, erano arrivate solo sette domande. Troppo poche per pensare di riuscire in qualche modo a raggiungere il numero minimo di 15 alunni necessario per allestire una nuova prima.

“Non si è riusciti a raggiungere la quota minima, ma non è nemmeno stato fatto nulla per provarci – punge Ceccon –. Il municipio sa con anni di anticipo quanti sono i bambini nel territorio comunale che di volta in volta potrebbero iscriversi in prima elementare. Innanzitutto si poteva pensare di riorganizzare l’offerta formativa, specializzandola, in modo da creare una qualche forma di movimento degli alunni tra le varie sedi dello stesso istituto comprensivo. Invece si è sostanzialmente rimasti a guardare, dicendo che i numeri non davano margini di intervento”.

Tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio non sono mancate le tensioni tra le famiglie che avevano iscritti i loro figli alla Da Vinci, il Comune e l’istituto comprensivo di Morgano e Quinto. Ma alla fine non c’è stato nulla da fare. A settembre nella scuola di via Chiesa non ci sarà alcuna prima. Nella frazione di Badoere, invece, verranno avviate due sezioni, numero in linea con quello degli ultimi anni. Il sindaco Daniele Rostirolla, però, non ci sta a recitare la parte di chi è rimasto alla finestra.

“Abbiamo fatto tutto il possibile, confrontandoci anche con i paesi vicini. Il Comune di Morgano conta in tutto 44 nati nel 2014 – tira le fila – complice la denatalità, in questo periodo i numeri sono impietosi. Non abbiamo lasciato nulla di intentato. Ma bisogna anche essere consapevoli che non si può pensare di distribuire i bambini tra vari paesi come se fossero delle figurine”.

Mauro Favaro

Le più lette