lunedì, 26 Febbraio 2024
 
HomeRodiginoDeltaPorto Tolle diventerà Led city

Porto Tolle diventerà Led city

Tempo di lettura: 2 minuti circa

E’ stato approvato nell’ultimo consiglio comunale il Piano dell’Illuminazione per il contenimento dell’inquinamento luminoso del quale sono intervenuti a illustrarne i contenuti l’assessore Diego Marchesini e l’Ingegnere Andrea Portieri.

“Con questo piano si intende fa diventare Porto Tolle Led City entro il 2021- ha spiegato il tecnico -. A Porto Tolle abbiamo 3036 punti luce, uno ogni 3 abitanti. L’impegno per l’attuazione del progetto illuminotecnico, che sarà interamente a carico del gestore dell’opera è pari a 1.300.000 euro. La scelta di sostituire la tecnologia di illuminazione vigente con quella led, consentirà al Comune di inquadrarsi in un’ottica ecosostenibile, contro l’inquinamento luminoso, e abbattendo consumi e costi del 50%”.

Porto Tolle Led City: le parole dell’opposizione

In merito il consigliere di opposizione Valerio Gibin ha espresso la sua contrarietà: “Si tratta di un piano senza dubbio strategico e fondamentale. Ma non trovo accettabile che l’ufficio tecnico possa imporre una scelta al cittadino in sede di progettazione edilizia, in merito alle tecnologie di illuminazione da adottare”.

A rispondere l’assessore Raffaele Crepaldi: “Puntiamo a un’amministrazione comunale virtuosa, aderendo a un piano che mira ad abbattere l’inquinamento luminoso; per farlo è necessario introdurre delle norme all’interno di un settore finora privo di regole. Ci proponiamo di snellire le procedure burocratiche di approvazione ai progetti che i cittadini presenteranno agli uffici competenti, ma crediamo sia doveroso indirizzare le scelte della comunità verso un comportamento ecosostenibile”.

“I punti luce ad oggi presenti – ha infine spiegato il tecnico Portieri, nel rispondere alle varie domande dei consiglieri – svolgono anche una funzione di presidio delle abitazioni, quindi, nella realizzazione della riqualificazione, non escludiamo che il loro numero possa crescere. Ci stiamo iscrivendo al Paesc – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima -, abbiamo ottenuto il riconoscimento di Spiga Verde e stiamo cercando di ottenere la Bandiera Blu. Questo progetto è coerente rispetto alla filosofia ambientale che sta adottando il Comune di Porto Tolle”.

Guendalina Ferro

 
 
 

Le più lette