Home Rodigino Rovigo: don Marco da bimbo miracolato a sacerdote

Rovigo: don Marco da bimbo miracolato a sacerdote

La nonna di don Marco, che rischiò di morire a 2 anni, sognò due donne di Rovigo e capì a chi doveva indirizzare le preghiere che salvarono il nipote

Un momento della beatificazione di Maria Bolognesi
Un momento della beatificazione di Maria Bolognesi

Da bambino miracolato a giovane sacerdote. Questa la storia del padovano don Marco Ferrari, oggi 28enne, che ha officiato la messa, in onore della beata Maria Bolognesi. La beatificazione di Maria Bolognesi, avvenuta il 7 settembre 2013 in piazza XX Settembre a Rovigo, è rimasta senz’altro nel cuore di don Marco, all’epoca 21 anni, che venne miracolato in tenera età, grazie alle preghiere formulate da sua nonna, a Maria Bolognesi, fatto questo che è stato in seguito riconosciuto dal tribunale ecclesiastico di Padova.

Rovigo: la storia di don Marco

Dopo avere frequentato il seminario vescovile di Vicenza, don Marco ha sempre sottolineato che il suo percorso di fede e la scelta vocazionale sono direttamente legati al miracolo della sua guarigione. Aveva appena 2 anni don Marco, quando sotto le bende che gli fasciavano completamente il corpo, c’era un corpicino senza pelle, consumato, ustionato. Era la cosiddetta sindrome di Lyell, una reazione allergica a un comune sciroppo antibiotico, assunto per contrastare una malattia da raffreddamento.

Il corpo impazzisce e si autodistrugge, prima la pelle, poi i tessuti interni, poi arriva l’arresto cardiaco e il decesso. I medici hanno continuato il massaggio cardiaco per due ore, mentre in quello stesso momento, la nonna di Marco stava pregando con il santino di Maria Bolognesi, che solo per puro caso le era capitato in mano, cercando la novena a Maria Ausiliatrice. Indelebile quel ricordo: la nonna di don Marco si era ricordata di un sogno cui non aveva dato importanza. Le erano apparse due donne vestite di nero a una festa di famiglia, che dicevano di essere di Rovigo e portavano mazzetti di fiori colorati fatti di carta. Non avendo alcun tipo di parente a Rovigo, la nonna capì subito che la preghiera andava rivolta a Maria Bolognesi.

Invitò tutta la famiglia a pregarla, anche i genitori. La messa celebrata da don Marco era ancora più speciale, perché quest’anno ricorre un importante anniversario: sono infatti passati 40 anni dalla scomparsa della beata Maria Bolognesi.

Marco Scarazzatti

Le più lette