Home Padovano Camposampierese Ovest San Giorgio delle Pertiche: in partenza il sottopasso di via Roma

San Giorgio delle Pertiche: in partenza il sottopasso di via Roma

Come promesso in campagna elettorale dal sindaco Daniele Canella sono in partenza i lavori per eliminare il passaggio a livello

Sottopasso San Giorgio delle Pertiche
Sottopasso San Giorgio delle Pertiche

Lo aveva promesso in campagna elettorale: “La risoluzione del problema viabilità lungo la centralissima via Roma, tagliata a metà dal passaggio a livello, sarà una delle priorità della nuova amministrazione”.

A dirlo a gran voce il sindaco di San Giorgio delle Pertiche Daniele Canella che non è venuto meno all’impegno preso. Il primo cittadino con tutta la sua giunta ha preso di petto la questione. Da anni, e da più parti, si chiede un intervento risolutore, vale a dire un sottopasso, per evitare, oltre a lunghe code che paralizzano il centro del capoluogo, anche gli incidenti ormai settimanali che provocano persino l’abbattimento delle sbarre. Innumerevoli i disagi per cittadini e pendolari della tratta ferroviaria Camposampiero- Padova.

A fine febbraio c’è stato, prima di tutto, un sopralluogo direttamente sul posto; a questo ha fatto seguito un incontro tecnico di programmazione, tenutosi in municipio, tra tutti gli enti interessati alla realizzazione del sottopasso ferroviario e della nuova viabilità di collegamento con la vecchia Statale 307 del Santo 307. Alla riunione erano presenti il sindaco Canella, il vice Alberto Corsini, i tecnici comunali e della Regione, il vice presidente della provincia Marcello Bano e per la soprintendenza l’architetto Giampietro Busolli. Un summit che ha visto decollare ufficialmente il progetto.

Sottopasso San Giorgio delle Pertiche: parla il sindaco Canella

“Se mai si parte mai si finisce – ha esordito Canella -. Noi, su tale questione, vogliamo non solo partire, ma vogliamo farlo in quarta per arrivare prima possibile alla soluzione. La riunione è stata di concertazione tecnica preliminare; in questo modo chiudiamo il percorso di incontri con gli enti preposti per elaborare e finanziare il manufatto, iniziando il conto alla rovescia per l’avvio del cantiere. Abbiamo incontrato l’assessore regionale ai Lavori pubblici Elisa De Berti, il soprintendente a Venezia e i funzionari della Provincia. Ora avvieremo un iter burocratico condiviso e il più possibile snello. A breve porteremo l’argomento in consiglio comunale per discuterlo con le minoranze. Il nostro obiettivo è quello di approvare, ci auguriamo in maniera collegiale, un atto di indirizzo che non è altro che un mandato politico deciso. Lo scoglio più importante da superare è quello burocratico: il 90 per cento delle difficoltà è dovuto al fatto deriva dalla necessità di raccordare tutti gli enti coinvolti nell’esecuzione”.

Soddisfatto anche l’assessore ai Lavori pubblici, Stefania Pierazzo: “In questi mesi di governo locale non siamo stati con le mani in mano – ha detto Pierazzo -. Vogliamo sbloccare una situazione ferma da troppi anni per dare avvio al percorso progettuale che ci porterà a realizzare quest’ opera tanto attesa quanto necessaria”.

Giorgia Bortolato

Le più lette