Home Padovano Conselvano Tribano, Cavazzana: "Adottiamo le nostre strade"

Tribano, Cavazzana: “Adottiamo le nostre strade”

Il Comune di Tribano lancia l’iniziativa “Adotta una strada di campagna”.

Il sindaco Massimo Cavazzana
Il sindaco Massimo Cavazzana

E’ rivolta a tutti i cittadini che volontariamente assieme agli amministratori si impegneranno in un azione costante di pulizia e monitoraggio delle vie del comune colpite costantemente dall’abbandono dei rifiuti. Il sindaco, Massimo Cavazzana, afferma “Mi vergogno ogni giorno nel vedere le strade della zona dove abitiamo sporche da buste di spazzatura, bottiglie abbandonate; negli ultime mesi abbiamo recuperato divani, materassi, porte, lavandini e perfino un tapis roulant gettato direttamente nelle chiuse di via Pocasso.

Ecco perché come amministratori abbiamo deciso di “adottare” ognuno una strada per tenerla pulita, iniziativa che ben si inserisce in un momento di riflessione e isolamento, dove il singolo può mediante il suo esempio, dare impulso all’azione collettiva”. Il Comune di Tribano fornirà le attrezzature e i giubbotti catarifrangenti e si occuperà del coordinamento dell’operazione. I primi ad impegnarsi manualmente nel progetto saranno gli amministratori; i cittadini che intenderanno aderire potranno farlo a mezzo di una manifestazione aderendo a un patto di collaborazione.

Il sindaco di Tribano, Massimo Cavazzana: “Manteniamo il paese pulito”

Il Comune punta ad avere in ogni via una sentinella ambientale alla quale faranno riferimento i volontari interessati ad opera- re in quello specifico ambito. Le singole squadre, secondo tempi propri si occuperanno autonomamente di recuperare i rifiuti in appositi sacchi che saranno posti ai margini delle strade e rimossi e smaltiti dagli operatori comunali a seguito della loro segnalazione. L’obiettivo che ci prefiggiamo è di mantenere il paese pulito con la complicità e la corresponsabilizzare tutta la comunità, cercando di coinvolgere i cittadini che vivono nei pressi di alcuni luoghi da salvaguardare.

(c.l.)

Le più lette