Home Veneziano Chioggia Una delegazione di Chioggia al Mise per ribadire il no all'impianto Gpl

Una delegazione di Chioggia al Mise per ribadire il no all’impianto Gpl

Il sindaco Alessandro Ferro, il vicesindaco Marco Veronese e il presidente del Consiglio comunale del comune di Chioggia Endri Bullo sono stati ricevuti lo scorso 2 marzo a Roma dalla segreteria del Ministro per lo sviluppo economico Stefano Patuanelli in merito alla questione del depisito di Gpl in Val da Rio.

Sindaco Alessandro Ferro
Sindaco Alessandro Ferro

Gli amministratori di Chioggia hanno avuto modo di ribadire la necessità e l’urgenza di trovare una soluzione per evitare la messa in esercizio dell’impianto. È emersa da parte del Governo la massima disponibilità, già peraltro dimostrata con la presentazione di precedenti emendamenti e, da ultimo, di un ordine del giorno parlamentare. È stato concordato che, a breve, previa intesa con i gruppi politici di maggioranza, il ministro studierà un percorso sostenibile e coerente con la necessità del territorio.

No all’impianto Gpl, le parole del sindaco di Chioggia

A corollario della decisione, il chiarimento dell’amministrazione: “Nonostante la ferma volontà di non gravare sulla tassazione a carico dei contribuenti – dichiara il sindaco – ci siamo trovati di fronte a un bivio: o procedere con il taglio dei servizi come scuole e welfare o chiedere ai cittadini uno sforzo, che contiamo di ridurre il prima possibile. Abbiamo scelto la seconda strada, già percorsa da molti altri comuni della Città Metropolitana, che hanno da tempo applicato l’aliquota dello 0,80%”.

Le polemiche non tardano ad arrivare, soprattutto da parte dell’opposizione. Anche perché il tema dei mancati introiti legati alla TARI in realtà era all’ordine del giorno già da tempo (storia di contenziosi che si trascinano con ditte terze rispetto a Veritas), ma in qualche modo ora si intreccia con l’ emergenzialità che vive il Paese intero. Impossibile fare previsioni. Recita un antico proverbio olandese: “di per sé il denaro non sarebbe cattivo. Se tutti lo avessero”. Luca Rapacciuolo Con i loro mille anni di storia, i giardini, i granai e le cantine del DOMINIO DI BAGNOLI creeranno un’atmosfera unica, raffinata e indimenticabile per il giorno del vostro matrimonio. IL DOMINIO DI BAGNOLI PIAZZA GUGLIELMO MARCONI, 63 35023 – BAGNOLI DI SOPRA TEL. +39 049 5380008 @ildominiodibagnoli VILLA WIDMANN-BORLETTI MAIL: eventi@ildominiodibagnoli.it – www.ildominiodibagnoli.it

Le più lette