Home Padovano Padova Nord Vigodarzere: bilancio sociale, gli interventi crescono

Vigodarzere: bilancio sociale, gli interventi crescono

Bilancio sociale a Vigodarzere, la carenza di alloggi si fa sentire

Vigodarzere Comune
Vigodarzere Comune

La carenza di alloggi commisurata all’incremento del numero degli sfratti è stata l’emergenza più difficile da affrontare nel 2019 per gli uffici dei Servizi sociali di Vigodarzere. A questa si aggiunge quella riguardante le spese di accoglienza dei minori in struttura protetta che, da oltre un anno, l’Ulss rimette nella diversa competenza delle amministrazioni.

Parlano da sole le cifre fornite dalle Politiche sociali del Comune che, nel 2019 vedono, rispetto al 2018, un incremento delle risorse destinate ai bisogni dei ceti meno abbienti. Pur a fronte di un calo del numero degli assistiti (dai 30 casi del 2018 ai 20 del 2019) è cresciuta la spesa per i contributi: nel 2019 supera quota 22 mila euro rispetto ai 17.300 di 12 mesi prima.

Tutti i numeri relativi all’assistenza e agli interventi in campo

Analizzando gli interventi per la popolazione anziana, emerge un evidente calo, rispetto al 2018, dei contributi per l’integrazione del minimo vitale (da 3460 euro nel 2018 a 2704 euro nel 2019). Schizza, invece, in alto la cifra relativa ai contributi per le rette in istituto che passano a 6590 nel 2019 rispetto alle 2250 dell’anno prima.

Sono addirittura raddoppiate in due anni, nei confronti della componente anziana della popolazione, le sovvenzioni per il pagamento delle utenze (da 1100 euro nel 2018 a 2200 nel 2019). Anche la componente della spesa sociale costituita dagli immigrati risulta con il segno positivo. I contributi per utenza assicurati agli stranieri residenti Accoglienza dei minori, impegni in aumento sono passanti lo scorso anno a 2080 euro rispetto ai 1100 dell’anno prima.

Nella cosiddetta fascia adulti sono, invece, sono le spese per l’alloggio a costituire la voce più pesante del bilancio. L’ammontare della spesa nel 2019 è stato di 6120 euro rispetto ai 2800 di un anno prima. E che gli alloggi costituiscano una vera emergenza lo indicano anche le cifre degli immobili avuti in affitto da privati, da Ater o dal Comune di Padova, utilizzati per l’emergenza abitativa e impiegati per coprire situazione di sfratto esecutivo. Il Comune di Vigodarzere assegna infatti 7 unità sostenendone in gran parte il costo.

Nicoletta Masetto

Le più lette