Home Veneto Attualità Bonus vacanze: ecco come funziona

Bonus vacanze: ecco come funziona

Il decreto rilancio introduce il bonus vacanze, un sostegno per le famiglie da usufruire nelle strutture turistiche dal 1 luglio al 31 dicembre 2020. Ecco come funziona

Bonus vacanze

Bonus Vacanze per l’estate, fino 500 euro a famiglia, come funziona e a chi spetta?

Appena varato il decreto Rilancio che introduce il bonus vacanze, un sostegno per le famiglie da spendere nelle strutture turistico-ricettive italiane tra il primo luglio e il 31 dicembre 2020.
In attesa della riapertura dei confini tra Regioni (la data dovrebbe essere il 3 giugno), possiamo tornare a sognare le Vacanze, il governo ha infatti varato un sostegno che vale, secondo il ministro della Cultura e del Turismo, Dario Franceschini, 2,4 miliardi di euro.

Bonus Vacanze a chi spetta?

Il bonus può essere speso nelle strutture turistiche e ricettive in Italia tra il primo luglio e il 31 dicembre 2020. La cifra massima può essere di 500 euro, per le famiglie composte da almeno 3 persone. Nel caso di una coppia o di una famiglia con 2 componenti il bonus scende a 300 euro, per i single a 150. Ma non tutti i nuclei familiari possono accedere al Bonus, che è riservato solamente a quelle con un valore Isee inferiore ai 40mila euro.

Bonus Vacanze come richiederlo?

Il decreto Rilancio prevede che l’80% dello sconto venga applicato direttamente dalla struttura turistica, che può essere non solo un albergo, ma anche un bed & Breakfast, un campeggio o un agriturismo. La struttura ricettiva, potrà cedere il credito ai fornitori privati o agli istituti di credito. Il restante 20%, invece, può essere recuperato dalle famiglie attraverso una detrazione fiscale sulla dichiarazione dei redditi riferita all’anno fiscale 2020 (quella del 2021 quindi).

Bonus vacanze come spenderlo?

Chi vorrà spendere il Bonus vacanze, dovrà però seguire alcune regole, prima su tutte attestare la spesa tramite fattura elettronica, che dovrà contenere il codice fiscale del beneficiario. Inoltre il Bonus potrà essere speso interamente nella stessa struttura ricettiva, quindi non sarà possibile usarlo per fare una settimana di Vacanze in veneto ed una in Toscana per esempio.
Inoltre sono al momento esclusi i portali telematici di intermediazione, come per esempio Booking.com o Airbnb, che proprio per questo motivo stanno protestando per l’esclusione.

Quindi siamo pronti a partire ma solo secondo le nuove regole.