Home Padovano Camposampierese Est Borgoricco: “Noi, dietro le quinte, ora fermi”

Borgoricco: “Noi, dietro le quinte, ora fermi”

Dal 23 febbraio tutti gli spettacoli sono stati sospesi e gli imprenditori del settore si riuniscono in associazione

Concerti

Sono fermi dal 23 febbraio, da quando anche gli spettacoli programmati per quella giornata sono stati annullati a causa dell’emergenza sanitaria da Corovinarus. Stiamo parlando dei numerosi imprenditori titolari di “service”, vale a dire aziende, soprattutto piccole e medie, che si occupano di fornire tutti i servizi tecnici relativi all’organizzazione di spettacoli ed eventi, dai concerti alle rappresentazioni teatrali al chiuso e i “live” all’aperto.

In questi giorni, proprio a fronte di una drammatica situazione per queste e altre aziende, è nata un’associazione spontanea che raggruppa i vari “service” del Triveneto. Ne fa parte anche la Daitan Service di Borgoricco. Il titolare è Andrea Zuanon, giovane imprenditore e musicista.

Borgoricco, concerti fermi

“In queste settimane – spiega Zuanon – abbiamo dato vita proprio a Nordest a un’associazione spontanea di imprenditori che riunisce i cosiddetti service. Grazie al nostro portavoce Sandro Dal Pra è stato sensibilizzato direttamente il Governo sulle difficoltà che, anche nel nostro campo, stiamo affrontando. La lettera, inviata alla Presidenza del Consiglio dei ministri, vuole richiamare l’attenzione del legislatore e degli organi competenti sul fatto che anche il settore dei servizi tecnici per lo spettacolo, i congressi e gli eventi, è uno tra i più colpiti dalla attuale emergenza. Di noi, però, a oggi non si parla”. Per far sentire la loro voce le imprese del settore hanno così unito le forze.

“Siamo imprenditori le cui aziende abitualmente forniscono servizi tecnici in occasione di spettacoli dal vivo, convegni, esposizioni fieristiche, manifestazioni pubbliche e private – spiegano il portavoce Sandro Dal Pra, Andrea Zuanon e i numerosi altri firmatari –. Spesso nascoste dietro le quinte, le nostre imprese forniscono l’apparato che rende possibile ogni singolo evento. Infine, con un sorriso carico di apprensione, diciamo che la Pandemia si potrebbe presto trasformare in una Pancimanca nel senso più letterale del termine che abbiamo coniato”. Gli imprenditori dei service del Nordest sono stati i primi a lanciare l’appello: “Riteniamo – concludono – che le problematiche espresse dal nostro gruppo riguardino l’attività di aziende analoghe diffuse su tutto il territorio nazionale”.

Nicoletta Masetto

Le più lette