Home Rodigino Continuano a registrarsi zero contagi nel Polesine

Continuano a registrarsi zero contagi nel Polesine

 

Nella giornata di ieri per il secondo giorno consecutivo si sono registrati zero contagi nella zona del Polesine

Dottor Compostella
Dottor Compostella

“0 nuove positività di residenti in Polesine (sono in totale 449 i residenti in Polesine con positività al COVID-19 riscontrati da inizio epidemia)” ha segnalato la Ulss 5 Polesana.

“Non si segnalano nuove positività nelle strutture residenziali extra ospedaliere polesane. Segnaliamo invece la guarigione di 1 operatore degli Istituti Polesani – ha continuato il direttore dell’Ulss 5 Antonio Compostella -. Gli ospiti delle Strutture attualmente positivi diventano quindi 12 (10 agli Istituti Polesani e 2 a Fratta Polesine); gli operatori attualmente positivi sono 3 (2 agli Istituti Polesani e 1 a Villa Tamerici)”.

Polesine, linee guida per le visite alle strutture residenziali

“Sono arrivate le linee guida regionali per le visite e per le ammissioni di nuovi ospiti nelle Strutture Residenziali. I nuovi ingressi o le riammissioni saranno possibili solo nelle Strutture che non hanno ospiti COVID-19 positivi, salvo assetti organizzativi particolari. Questa è una buona notizia per la nostra provincia dato che nessuna Struttura Residenziale per anziani ha attualmente ospiti positivi. Per i nuovi ospiti la procedura prevede un tampone prima dell’ingresso in struttura, la creazione di un’area filtro dove l’ospite soggiornerà per 14 giorni e infine un nuovo tampone prima dell’ammissione definitiva. Per quanto riguarda le visite saranno possibili, a discrezione delle Direzioni delle Strutture, soltanto per ospiti COVID negativi. Sarà cura delle stesse Direzioni definire dei protocolli di accesso seguendo le suddette linee guida – ha dichiarato Compostella -. In particolare andrà misurata la temperatura agli accessi, il visitatore dovrà compilare un questionario e andranno seguite tutte le misure igieniche e di distanziamento individuale evitando ogni possibile assembramento. La Struttura dovrà, inoltre, individuare degli spazi e luoghi dedicati per le visite, in maniera da limitare ogni possibile rischio di contagio”.